Home | Profilo | Discussioni Attive | Utenti | Download | Cerca nel web | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Altre Muse
 carte d'identità
 identità
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore  Discussione 
Pagina: di 6

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  20:25:24  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Natura naturans

[img]http://www.academiadelapipa.org.ar/nosferatu_murnau3.jpg[/img]

"E' meglio assolvere, anche in modo imperfetto,
il proprio dovere piuttosto che correttamente
un dovere estraneo. Compiendo l'opera prescritta
dalla propria natura non si cade in errore alcuno."
(Bhagavadgita, XVIII, 41)
Torna all'inizio della Pagina

ALI
c.s. alato


101 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  20:42:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
maddai effeccì... sarà che già beata perché canto... adesso mica incollerai duemila versetti del "Canto del Beato".... veroooooo?

[img]http://www.mcremo.com/einstein.jpg[/img]
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  21:55:49  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
sei sicuro effecì? perché io al capitolo XVIII verso 41 trovo tutt'altro. se lo scrivi in sanscrito riesco a trovarlo meglio.
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  22:04:30  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
sorry, era il XVIII 47.
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  22:11:08  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ecco, trovato qualcosa di simile nella sezione karma-yoga, capitolo III, verso 35

E' meglio compiere il proprio dovere, seppure in modo imperfetto, che compiere il dovere di un altro. E' meglio fallire o morire compiendo il proprio dovere piuttosto che compiere il dovere di un altro, poiché seguire la via altrui è pericoloso.

non sarà che il testo sanscrito è come quello greco dei vangeli, chi lo stiracchia di qui e chi di là?
Torna all'inizio della Pagina

ALI
c.s. alato


101 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  22:12:04  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

Fiornando, stavo giusto giusto intonando una canción...

[img]http://www.alkhemy.com/sanskrit/atul/geet/pathat_sanskrutam.gif[/img]


ALI[img]http://www.megghy.com/immagini/GIF/animali/241%20a.gif[/img]

Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  22:18:18  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ok, sì, si ripetono spesso, sri krsna e arjuna - la cannabis? ma vai appena un po' dentro al testo e spiega a tutti di che si tratta, se hai coraggio...
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  22:20:40  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
azzo ma quella è TUTTA la gita! il verso 47 è UNO!
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  22:32:00  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
presa da: BHAGAVADGITA, Adelphi 1996, dove si traduce "la redazione in 700 strofe" (postfaz. di M. Piantelli)
Torna all'inizio della Pagina

ALI
c.s. alato


101 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  22:38:52  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da fiornando

ok, sì, si ripetono spesso, sri krsna e arjuna - la cannabis? ma vai appena un po' dentro al testo e spiega a tutti di che si tratta, se hai coraggio...


sei tu il traduttore!Rangiati benedeto!
beh, vi lascio con la "pathata"...
jayatu jayatu manukulam!
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 09/02/2006 :  23:19:40  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
ah, tutti quegli attaccapanni per dire "la redazione in 700 strofe"? la mia gita è invece tradotta e spiegata (quanto alle illustrazioni ce ne vuole di devozione, per non ridere - chissà com'è che dal primitivo splendore si arrivi, come in ogni altra religione, a simili santini) e annotata da Sua Divina Grazia A.C. Bhaktivedanta Swami, The Bhaktivedanta Book Trust, 1990. Sua Divina Grazia adduce, fra gli altri, questi esempi a proposito dell'assolvere il proprio dovere e non quello altrui: ... (un mercante) senza mentire non può realizzare alcun guadagno... ma non deve pensare di abbandonare una professione che lo costringe a mentire per esercitarne un'altra. (Così il politico) deve compiere molte azioni considerate abominevoli: deve usare la violenza per uccidere i nemici e mentire per ragioni diplomatiche...
NUNN'E'PECCATE!
Torna all'inizio della Pagina

Macheath
c.s. alato


94 Messaggi

Inserito il - 10/02/2006 :  12:43:51  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da fiornando
...poiché seguire la via altrui è pericoloso.
[img]http://www.photographie.com/magazine/image/agenda/200/117546.jpg[/img]

Difficilmente si vede qualcuno infelice perché non considera che cosa avvenga nell'anima di un altro; mentre chi non segue i moti della propria anima fatalmente è infelice.
Marco Aurelio A sé stesso

(http://www.filosofico.net/asestesso.htm)


Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 10/02/2006 :  14:59:06  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
la prima meditazione è talmente lambiccata che mi astengo dal rimeditarla (fra l'altro mi fa male la testa per una delusione d'amore). la seconda è una tautologia bella e buona (come tanti pensieri all'apparenza profondi) perché felice, etimologicamente, è colui che feta, che genera (stessa radice di fecondo, femmina, feto, fieno, figlio, eccetera), cosa che può fare solo in grazia della propria forza vitale (seme, anima), per cui chi NON segue i moti di quella - quale che ne sia il motivo - è per definizione, altro che fatalmente, NON felice.
dimmi dove sbaglio.
Torna all'inizio della Pagina

ospodar
c.s. acquatico


66 Messaggi

Inserito il - 13/02/2006 :  13:06:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da fiornando (quanto alle illustrazioni ce ne vuole di devozione, per non ridere - chissà com'è che dal primitivo splendore si arrivi, come in ogni altra religione, a simili santini)
...nei tuc tuc (APE: operazione economica piaggio) di Udaipur, ma anche a Jaipur, meno Jesailmer, viste cose strabiliantissime: sul cruscotto che non c'è (ci son nemmeno le portiere), scintillano tra coroncine di fiori freschissimi microaltarini molto barocchi zeppi di quadretti devozionali con su l'adesivo in 3d di Ganesha pesantemente appollaiato tra icone cine-pop - spesso Satyajit Ray e Randhir Kapoor, vale a dire the last great real Boollywood live on the road... il tutto sotto due tre scatoline sonore e retroilluminate con impresso il loro bel musone di vacca sacra attonita e taumaturgica che se la agiti ti fa muuu in pali, anche versione remix punjab-mc-rap... eppure non è mercificazione, quella - né eccessivo travaso di Kitsch che annichilisca dimenticati Splendori arcaici - è semmai adesione - chiassosa sì, è evidente - ma pur sempre integra, totale, a una trascendenza nei suoi valori immutata da per sempre... molto diversa la cosa, duqnue, da quel che accade a noi; penso al passaggio dal gregoriano di sant'antimo alla schitarrata folk tendenza scout/peace&love...

Tera husn bahut muzhe bhaatha hain.
(I like your beauty a lot)
Tere sang nachoo jee chaahta hai
(I wanna dance with you)

http://www.zippyvideos.com/6944620291378286/peugot206india/
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 13/02/2006 :  14:51:48  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
non lo so, se è mercificazione o no, fatto sta che che c'è un abisso fra i santini che illustrano la mia bhagavad-gita e le pitture delle grotte di Ajanta o della rocca di Sigirija. lo stesso accade da noi: le nostre zie rimpinzano le cornici di vetrine e quadri di simili delizie, su cui le mosche lasciano puntini, con la stessa devozione, e fanatismo, direi, mosche e zie, con cui i nostri figli studiano e venerano divinità come queen e metallica. sì, forse il fenomeno non investe solo la religione: che choc, lo spartito di we are the champions, per chi ha solo gettato uno sguardo su quello della messa in si minore. è scesa, scesa, la trascendenza. il mondo è fatto a scale. per esempio la famiglia ora le sale. quelle della criminalità, delle cause di morte violenta. perché non vietarla? o almeno legiferare contro, e non pro?
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 6  Discussione   
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
© Torna all'inizio della Pagina
Generated in 0.08 sec. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03