Home | Profilo | Discussioni Attive | Utenti | Download | Cerca nel web | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 TORTINI E MADRIGALI: il forum del compagno segreto
 KAFKA COMIX
 kafka comix
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore  Discussione 
Pagina: di 3

orfano sannita
c.s. infuocato


308 Messaggi

Inserito il - 30/03/2003 :  19:34:26  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
PROCESSO ARABO
"Qualcuno doveva averlo calunniato, perché, pur avendo sempre fatto solo del male, una mattina Saddam H. fu arrestato. La cuoca della signora Shell, la sua padrona di casa, che verso le otto gli portava ogni giorno la solita colazione, quella volta non arrivò. La cosa non era mai successa prima. H. aspettò ancora un poco, guardò dal suo cuscino l'ayatollà che abitava di fronte a lui e che lo osservava con una curiosità in lui del tutto insolita, ma poi, insieme stupito ed affamato, suonò il kalashnikof. Qualcuno subito bussò e un uomo che H. non aveva ancora mai visto nel palazzo governativo si fece avanti..."

METAMORFOSI
"George Bush, svegliandosi una mattina da sogni agitati, si trovò trasformato nel suo letto, in un enorme presidente degli Stati Uniti d'America. Riposava sulla schiena, dura come una corazza, e sollevando un poco il capo vedeva il suo ventre arcuato, bruno e diviso in tanti segmenti ricurvi, in cima a cui la coperta del letto, vicina a scivolar giù tutta, si manteneva a fatica. Le gambe, numerose e sottili da far pietà, rispetto alla sua corporatura normale, tremolavano senza tregua in un confuso luccichio dinanzi ai suoi occhi.
Cosa m'è avvenuto? pensò. Non era un sogno. (...) Lo sguardo di George si rivolse allora verso la finestra, e il cielo fosco (si sentivano battere le gocce di pioggia sullo zinco della finestra) lo immalinconì completamente. Che avverrebbe se io dormissi ancora un poco e dimenticassi ogni pazzia?..."
Torna all'inizio della Pagina

otzi
nuovo c.s.


17 Messaggi

Inserito il - 31/03/2003 :  13:10:40  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Messaggio inserito da la sibylla libica

P.S. quelle scarpe sulla poltrona sono di Otzi, sebbene io abbia il 41 il mio piedino è decisamente più..... armonioso![img]http://arte.tiscali.it/scultura/Media/foto/novembre2002/kossuth/piedi.jpg[/img]


oh cari amici, quanto tempo...riemergo dalle notti intramontane...
riemergo e faccio un salutino al più segreto dei forum io abbia mai frequentato...
ehi! ma che bella poltroncina... grazie! posso accomodarmici subito subito io, e magari otziarci un poco?

(...sapeste com'è duro trasumanar... adesso sono così stracco...)

comunque confermo: le scarpine sfrangiatissime appoggiate distrattammente sulla bergère sono proprio le mie... le metto sempre con il mio completo alla toni manero quando viene la febbre del sabato sera e corro a esibirmi nelle serate di " A TUTTO LISCIO"... (nell mia contrada si va matti per romagna mia, romagna in fiore...) avete presente?
dai, su... quelle seratine organizzate dalla pro-loco della contrada nei palasport cantonali...

ecco, proprio quelle scarpine lì... ma come ci siano arrivate sulla poltrona davvero non so spiegarmi...

insomma, aveva ragione la sybilla cui ovviamente dedico subito questi versi di Kawabata:

con le dita dei piedi,
la ragazza
parlava nel sonno
parole d'amore

Torna all'inizio della Pagina

la sibylla libica
c.s. acquatico


41 Messaggi

Inserito il - 01/04/2003 :  01:58:07  Mostra Profilo  Invia a la sibylla libica un messaggio Yahoo!  Rispondi Quotando
parole d'amore...nel sonno:

come la nebbia non lascia cicatrici
sul verde cupo della collina
così il mio corpo non lascia cicatrici
su te, nè mai lo farà

quando vento e urlo si incontrano
cosa rimane da conservare?
così tu ed io ci incontriamo
poi ci giriamo, poi cadiamo nel sonno

come molte notti sopavvivono
senza luna nè stella,
così noi sopravviveremo
quando uno sarà andato, e lontano

Leonard Cohen
Torna all'inizio della Pagina

Difficile
nuovo c.s.


8 Messaggi

Inserito il - 02/04/2003 :  10:54:29  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Non ricordi la turbinante fiera?
I pagliacci e la giostra coi lumini?
Tutto fu bello, musica e lustrini,
solo al ritorno nella buia sera.

Tu pedalavi vaporosa avanti,
ed io a volo dietro il tuo cappello,
come in un delizioso carosello
mosso da Dio sol per noi amanti.

Sull'erba della darsena intrecciammo
le nostre impolverate biciclette
come in gelosa lotta due caprette.
Sul loro esempio, muti, ci avvinghiammo.

E quando entrammo a piedi dalla porta
tra gli sguardi dei pochi curïosi
composti e seri come vecchi sposi,
la città non mi parve cosí morta.

I baci nella sera freddolina
riscaldato mi avevano d'amore,
dandomi dei sussulti dolci al cuore
come quei colpi, là, di carabina.


Corrado Govoni
Torna all'inizio della Pagina

tamer
c.s. alato


101 Messaggi

Inserito il - 02/05/2003 :  11:35:06  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
lasciami
stendere l'ultima tenerezza
sotto il tuo passo
che s'allontana


(amami Lilicka)

MajaKovskij
Torna all'inizio della Pagina

boboross
c.s. infuocato


397 Messaggi

Inserito il - 14/08/2003 :  14:25:52  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ho da poco visitato Praga: che effetto vedere Kafka in cartolina, sulle magliette, sui poster, in caffé che non hanno mai avuto l'onore della sua presenza !
Chissà che ne penserà Herr Franz? Forse che ha avuto anche lui la sua brava metamorfosi: si è mutato in gadget, anzi in uno spaventoso ammasso di merci, tanto per citare un altro ebreo di lingua tedesca...
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 31/01/2004 :  18:34:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[img]http://www.compagnosegreto.it/kafkahomeb.jpg[/img]


Le immagini del numero 3, "Kafka comix", sono state restaurate dalla WebMater, in questi mesi crucciata dal gelo d'un bianco e nero stinto dal tempo, con effetto piuttosto acido e dunque stridente sul giallino della pagina del c.s.... adesso è tutto un po' seppiato, sono stati ricalibrati i contrasti, e via dicendo: quando si ha un bravo direttore della fotografia...
Torna all'inizio della Pagina

nelson dyar
c.s. infuocato


470 Messaggi

Inserito il - 09/09/2005 :  14:40:48  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
"Sono una menzogna che dice sempre la verità"
Torna all'inizio della Pagina

nelson dyar
c.s. infuocato


470 Messaggi

Inserito il - 29/12/2006 :  18:59:52  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[img]http://www.kafka.uni-bonn.de/images/kafka.png[/img]


Tra Kafka ed altri scrittori esiste una differenza strabiliante; e questo persino tra lui e altri grandi scrittori. Sembra sempre che gli altri facciano gli scrittori, mentre egli, semplicemente, era tale.
Torna all'inizio della Pagina

Artemisia
nuovo c.s.


6 Messaggi

Inserito il - 15/03/2007 :  20:39:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Quoto Nelson!
CIAO!!!

[Taci Mercuzio, taci... http://www.aboutblank.splinder.com]
Torna all'inizio della Pagina

nelson dyar
c.s. infuocato


470 Messaggi

Inserito il - 12/03/2008 :  19:58:14  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Gloria mundi


"Per di più il suo principale desiderio era di far parte di questo mondo -gli interessava poco essere un genio o l'incarnazione di qualsivoglia genere di grandezza. Tutto ciò non significa, come si sente talvolta dire, che Kafka fosse modesto. E' pur sempre Kafka che nei suoi diari notava, con sincero stupore, che "ogni frase che scrivo è già perfetta" -cosa peraltro assolutamente vera, ma non di certo l'osservazione di un uomo modesto.
Kafka non era modesto, bensì umile."


H. Arendt
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 13/03/2008 :  08:31:10  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
a un certo punto si diventa indefinibili, ogni aggettivo è inadeguato. come definire un profeta? un sacerdote? una vittima? e kafka fu tutti e tre.
Torna all'inizio della Pagina

nelson dyar
c.s. infuocato


470 Messaggi

Inserito il - 13/03/2008 :  18:24:33  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
A me interessa la prima frase: oltre che banale, il male è anche democratico. Chi è costretto a vivere tra "folletti ed elfi" per dirla alla Thomas, non desidera che la catartica quiete domestica, che gli altri disprezzano, o trovano noiosa, oppure fingono di. Quindi la sommatoria delle frustrazioni umane è in qualche maniera una costante.
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 13/03/2008 :  19:34:03  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
certo. avevo notato più l'ultima perché la prima mi sembrava ovvia: chi tira a essere genio evidentemente non lo è. era quell'aggettivo, umile, che mi faceva l'effetto della sabbia sotto i denti, per dirla con una similitudine geniale. umile chi? uno che scrive: "io ho potentemente assunto il negativo del mio tempo"? umile san francesco?
Torna all'inizio della Pagina

nelson dyar
c.s. infuocato


470 Messaggi

Inserito il - 14/03/2008 :  07:49:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
La Arendt distingue modesto da umile. Magari anche lì è una questione di traduzione. Siamo d'accordo: scrivere è aprire gli occhi, e pertanto anche mirarsi allo specchio. Chi non ha un'idea chiara di sé, oltre che disonesto e ipocrita, è in genere anche un pessimo scrittore; in compenso può sempre fare il critico.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 3  Discussione   
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
© Torna all'inizio della Pagina
Generated in 0.23 sec. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03