Home | Profilo | Discussioni Attive | Utenti | Download | Cerca nel web | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Extra-vaganze
 Uno spazio "senza tema"
 Una legge contro la libertà della donna.
 Nuova Discussione  Rispondi
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

guidoeg
nuovo c.s.


3 Messaggi

Inserito il - 20/04/2007 :  12:22:30  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
La legge Merlìn è stata approvata anche con l'argomento che è immorale che lo Stato italiano si arricchisca intascando i soldi delle tasse provenienti dalle case chiuse. Ma in teoria ancora oggi i proventi da prostituzione andrebbero dichiarati sotto la voce "altri redditi".

Si può vedere facilmente tuttavia che oggi quasi tutte le donne che si vendono, in particolare tnato più sono giovani, sono di fatto costrette a prostituirsi: non lo fanno di loro volontà. Difatti dietro di esse stanno gli sfruttatori che intascano più della metà di quello che guadagnano.
Mentre prima dell'approvazione della legge Merlìn quasi nessuna donna era costretta a vendere il proprio corpo: erano quasi tutte prostitute volontarie (come accade oggi in Grecia, Olanda, ecc).
Sicché il legislatore italiano è stato così immorale da permettere l'approvazione di una legge che di fatto determina che quasi tute le donne che si prostituiscono in Italia oggi sono meretrici "per forza" e non perché hanno preso la decisione di esserlo.
Per di più, come se non bastasse, chi va con le prostitute oggi in Italia commette due atti di ordine immorale: sia atti a rischio sia, proprio a causa della legge Merlìn tuttora in vigore, violenza su donne costrette a prostituirsi.
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
© Torna all'inizio della Pagina
Generated in 0.09 sec. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03