Home | Profilo | Discussioni Attive | Utenti | Download | Cerca nel web | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Extra-vaganze
 La burla del Tempo
 la burla del tempo
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore  Discussione 
Pagina: di 15

nelson dyar
c.s. infuocato


470 Messaggi

Inserito il - 12/08/2008 :  17:48:11  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

Il solo tempo perso è quello che occorre mettere tra sé, il proprio operato, e il mondo dietro con la sua muta di cani. Ma è anche una perdita assolutamente necessaria. Come un ciclo di Carnot psichico.

Torna all'inizio della Pagina

logistilla
c.s. terrestre


38 Messaggi

Inserito il - 13/08/2008 :  20:04:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[img]http://www.itisgalileiroma.it/fonderia/immagini/F52.jpg[/img]



Mio nonno soleva dire: «La vita è straordinariamente corta. Ora, nel ricordo, mi si contrae a tal punto che, per esempio, non riesco quasi a comprendere come un giovane possa decidersi ad andare a cavallo sino al prossimo villaggio senza temere (prescindendo da una disgrazia) che perfino lo spazio di tempo, in cui si svolge felicemente e comunemente una vita, possa bastar anche lontanamente a una simile cavalcata.»



Aevum aequum, iniquus equus

Modificato da - logistilla in data 13/08/2008 20:04:56
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 14/08/2008 :  11:58:03  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
correndo verso tempi lenti

[img]http://imagecache2.allposters.com/images/pic/MEPOD/10013079~Alice-and-the-White-Rabbit-Posters.jpg[/img]


“Chi vuole espedire troppo presto le guerre, le allunga spesso: perchè non avendo a aspettare o le provisioni* che gli bisognano o la debita maturità della impresa, fa difficile quello che sarebbe stato facile; in modo che per ogni dì di tempo che ha voluto avanzare perde spesso più di uno mese. Sanza che, questo può essere causa di maggiore disordine.”
(F. Guicciardini, Ricordi, C 148)

"E nelle guerre e in molte cose importante ho veduto spesso lasciare di fare le provisione* per giudicare che le sarebbono tarde; e nondimanco si è visto poi che le sarebbono state in tempo e che el pretermetterle ha fatto grandissimo danno. E tutto procede che communemente el moto delle cose è molto più lento che non si disegna: in modo che spesso non è fatto in tre e quattro mesi quello che tu giudicavi fare in uno. E questo è ricordo importante e da avvertire**."
(F. Guicciardini, Ricordi, C 162)

* approvigionamenti
** ponderare
Torna all'inizio della Pagina

nelson dyar
c.s. infuocato


470 Messaggi

Inserito il - 14/08/2008 :  14:02:30  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

"Pensa anche a questo, che il periodo forse migliore della tua vita, di cui non hai ancora veramente parlato bene a nessuno, furono quegli otto mesi in un villaggio, circa due anni fa, quando tu credevi di aver chiuso la partita con tutto, quando ti sei ristretto soltanto a ciò che indubitabilmente è in te, quando eri libero, senza lettere, senza il quinquennale collegamento postale con Berlino, protetto dalla tua malattia, e quando non dovevi più cambiare gran che in te stesso, ma solo ricalcare più fermamente i vecchi, angusti tratti del tuo essere."

F. Kafka, lettere a Milena.

Modificato da - nelson dyar in data 14/08/2008 14:03:31
Torna all'inizio della Pagina

stregadinotte
c.s. acquatico


65 Messaggi

Inserito il - 15/08/2008 :  01:10:55  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Del tempo come sogno e cioè prospettiva: tante sfaccettate previsioni od una previsione imperfetta (le nuvole cariche di pioggia potrebbero rilasciarla subito o tra alcune ore) lasciano scorgere l'attesa di vedere quel che sarà. Aspettativa. Senza, ci sentiremmo vivi?
Vedere, immaginare, sperimentare. La parola possibile.
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 15/08/2008 :  11:15:34  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
tempo pratico (e niente scuse)

[img]http://cinepad.com/filmnoir/bigclock1.jpg[/img]


126. Sarebbe da desiderare el potere fare o condurre le cose sue a punto, cioè in modo che fussino sanza uno minimo disordine o scrupolo; ma è difficile el fare questo, in modo che è errore lo occuparsi troppo in limbiccarle, perché spesso le occasione fuggono, mentre che tu perdi tempo a condurre quello a punto; e anche quando credi averlo trovato e fermo, ti accorgi spesso non essere niente, perché la natura delle cose del mondo è in modo, che è quasi impossibile trovarne alcuna che in ogni parte non vi sia qualche disordine e inconveniente; bisogna risolversi a tôrle come sono e pigliare per buono quello che ha in sé manco male.

[img]http://cinepad.com/filmnoir/rawdeal1.jpg[/img]


145. Abbiate per certo che, benché la vita degli uomini sia breve, pure a chi sa fare capitale del tempo e non lo consumare vanamente, avanza tempo assai; perché la natura dell'uomo è capace, e chi è sollecito e risoluto gli comparisce mirabilmente el fare.

(F. Guicciardini, Ricordi, serie seconda)
Torna all'inizio della Pagina

stregadinotte
c.s. acquatico


65 Messaggi

Inserito il - 15/08/2008 :  19:56:48  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
"Né piacque mai loro quello che tutto dì è in bocca dè savi de nostri tempi, di godere el benefizio del tempo, ma sì bene quello della virtù e prudenzia loro; perchè el tempo si caccia innanzi ogni cosa, e può condurre seco bene come male, e male come bene"
Machiavelli, Il Principe

Torna all'inizio della Pagina

stregadinotte
c.s. acquatico


65 Messaggi

Inserito il - 21/08/2008 :  21:25:25  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Trova il tempo di riflettere, è la fonte della forza. Trova il tempo di giocare, è il segreto della giovinezza. Trova il tempo di leggere, è la base del sapere. Trova il tempo di essere gentile, è la strada della felicità. Trova il tempo di sognare, è il sentiero che porta alle stelle. Trova il tempo di amare, è la vera gioia di vivere. Trova il tempo di esser contento, è la musica dell'anima. (Antica ballata irlandese)
Torna all'inizio della Pagina

nelson dyar
c.s. infuocato


470 Messaggi

Inserito il - 22/08/2008 :  08:08:44  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Overlook


"Noi non lo sapevamo ancora, ma i tempi belli erano finiti."

P. Bowles "Without stopping"
Torna all'inizio della Pagina

stregadinotte
c.s. acquatico


65 Messaggi

Inserito il - 22/08/2008 :  19:56:55  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Un giorno una giovane donna nata tra le montagne lasciò la sua casa ed i suoi familiari perché voleva andare a vedere il mare. Si mise in cammino e viaggiò per giorni e giorni, fino a che giunse ad un grande crocevia. La strada che aveva percorso fino a quel momento sembrava fermarsi di fronte ad un massiccio montuoso, per poi diramarsi in quattro sentieri verso altrettante differenti direzioni.

Quale mai sarebbe stato il sentiero che l'avrebbe condotta al mare?

Nell'indecisione restò ferma all'incrocio per molti giorni. Rifiutò gli inviti di altri viaggiatori che la esortavano ad unirsi a loro per recarsi in quella certa città o in quel certo mercato, fino a che decise di unirsi ad alcuni stranieri che andavano ad aiutare dei contadini per il raccolto. Stette un po' di tempo con loro, ma poi decise di tornare al crocevia. Andò poi con una donna che le chiese di accompagnarla a vendere la sua mercanzia in un villaggio, ma anche di lì scappò, per tornare al grande crocevia.

Qui ormai si sentiva come a casa sua. Si mise al suo solito posto e aspettò. Altri furono i tentativi di allontanarsi dal crocevia: sempre quando qualcuno le ispirava fiducia a sufficienza. Sempre tornava.

Passarono molti anni. I suoi capelli si erano fatti grigi.

Una notte, d'impulso, decise di scalare la montagna che le sbarrava il cammino. Il viaggio fu molto faticoso perché, ad ogni cima raggiunta, scopriva che altre cime la attendevano. Fino a che, finalmente, giunse in vetta, stremata. Era ormai giorno: sopraffatta dalla bellezza del panorama, vide che le quattro strade che si dividevano davanti alla montagna, la aggiravano, perdendosi in una vasta pianura; poi tornavano ad avvicinarsi fino a riunirsi e continuare il loro viaggio verso il mare, dove sembrava specchiarsi il lontano orizzonte.

Sola lì, in cima alla montagna, capì che ognuna delle quattro strade l'avrebbe condotta al mare.
Seppe anche che, essendo al limite della sua vita e delle sue forze, non avrebbe mai sentito sulle labbra il suo respiro salato né la sensazione dell'acqua spumeggiante sul suo corpo.
Torna all'inizio della Pagina

nelson dyar
c.s. infuocato


470 Messaggi

Inserito il - 31/08/2008 :  10:14:10  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Misundertiming


[img]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/e/e0/Panorama_del_Lago_di_Vico.jpg/280px-Panorama_del_Lago_di_Vico.jpg[/img]


Alba e notti qui variano per pochi segni.

Il zigzag degli storni sui battifredi
nei giorni di battaglia, mie sole ali,
un filo d'aria polare,
l'occhio del capoguardia dallo spioncino,
crac di noci schiacciate, un oleoso
sfrigolìo dalle cave, girarrosti
veri o supposti - ma la paglia è oro,
la lanterna vinosa è focolare
se dormendo mi credo ai tuoi piedi.

La purga dura da sempre, senza un perché.
Dicono che chi abiura e sottoscrive
può salvarsi da questo sterminio d'oche;
che chi obiurga se stesso, ma tradisce
e vende carne d'altri, afferra il mestolo
anzi che terminare nel pâté
destinato agl'Iddii pestilenziali.

Tardo di mente, piagato
dal pungente giaciglio mi sono fuso
col volo della tarma che la mia suola
sfarina sull'impiantito,
coi kimoni cangianti delle luci
sciorinate all'aurora dei torrioni,
ho annusato nel vento il bruciaticcio
dei buccellati dai forni,
mi son guardato attorno, ho suscitato
iridi su orizzonti di ragnateli
e petali sui tralicci delle inferriate,
mi sono alzato, sono ricaduto
nel fondo dove il secolo è il minuto -

e i colpi si ripetono ed i passi,
e ancora ignoro se sarò al festino
farcitore o farcito. L'attesa è lunga,
il mio sogno di te non è finito.



E. Montale
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 05/11/2008 :  19:49:04  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
pro tempore


"Concedere al tempo i suoi diritti, lasciare che alla lunga ci largisca il nostro legittimo avere? ma no, deve semmai corrispondercelo per la più corta. In altri termini, troppo già ci costa questo dispotismo o paternalismo del tempo, questa largizione di quanto ci è invece dovuto; che siamo disposti a tollerare solo ove esso non ponga in mezzo troppo di se medesimo. Il risultato, beninteso, è che esso trionfa, mentre potremmo agevolmente dominarlo e richiamarlo ai suoi obblighi; ma almeno avremmo salvato un principio. Nessuno potrà convincermi che si debba conseguire il proprio con fatica e pazienza, e d'altra parte "Il degno non è quello che viene...?". La pazienza è una abominevole viltà; doppiamente tale se la si intenda come un comodo compromesso con un dio arcigno."
(T. Landolfi, Des mois)
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 06/11/2008 :  14:30:48  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
glossa manzoniana alla povera pazienza

[img]http://ima.dada.net/image/halfcol/8423880.jpg[/img]

"Addio, monti sorgenti..."
Un magnifico detto (non servono commenti)
Che ci serba la mente che non erra.
Ma non sempre però tornano i conti:
Da nessun'acqua a noi sorgono monti
E non abbiam terra."
(T. Landolfi, Des mois)
Torna all'inizio della Pagina

o_cugino
c.s. infuocato


132 Messaggi

Inserito il - 07/11/2008 :  00:56:43  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

l'ultimo sbaglio

In quella casa la luce e' ancora accesa anche se e' notte fonda, cosi mi avvicino, finche' la raggiungo, mi sporgo alla sua finestra e guardo dentro. Il dio e' addormentato, sonnecchia pigramente sul divano, forse anche stanotte ha esagerato con le libagioni, ma tanto lui puo'. Dal suo giradischi giunge una musica strana, come una nenia, ad ogni giro della piastra un giorno, un mese, un anno, una stagione della nostra esistenza, una musica sempre uguale e sempre diversa. Ad un tratto lui muove il braccio infastidito, toglie il disco e lo getta per terra, e mentre va in mille pezzi io capisco e urlo dentro di me, perche' la nostra esistenza e' finita, stava incisa su quel disco, tanto domani lui ne prendera' un altro, forse migliore, forse piu' moderno, chi lo sa?. Mentre sto scomparendo penso ad un tempo migliore, ma una formica che vive in un formicaio puo' avere un tempo migliore, o peggiore? Anche se sono morto alzo gli occhi al cielo, questa sera di agosto senza luna e' troppo bella, cosi trovo il coraggio di guardare le stelle e penso: “si, ci vuole del coraggio per guardarle, anche se e' tardi, troppo tardi, forse avrei dovuto pensarci ieri, anzi no, probabilmente non avrei dovuto pensarci affatto, tantomeno adesso”. (A.Vinal, “il giradischi”)

Torna all'inizio della Pagina

logistilla
c.s. terrestre


38 Messaggi

Inserito il - 09/11/2008 :  14:14:40  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

Ceca impazienza


[img]http://www.peacelink.it/mosaico/images/6070_a11534.jpg[/img]


[...]"La psicologia è la descrizione del rispecchiarsi del mondo terreno sulla superficie celeste, o meglio: la descrizione di un rispecchiamento, come ce lo immaginiamo noi, creature impregnate di terra, perché in realtà non c'è nessun rispecchiamento, siamo solo noi che vediamo terra dovunque ci volgiamo.
La psicologia è impazienza.
Tutti gli errori umani sono frutto di impazienza, l'interruzione prematura di un processo metodico, un argine apparente elevato attorno a una realtà apparente.

Esistono due peccati capitali , nell'uomo, dai quali derivano tutti gli altri: impazienza e ignavia. E' l'impazienza che li ha fatti cacciare dal paradiso, è per colpa dell'ignavia che non ci tornano. Ma forse non esiste che un unico vero peccato capitale: l'impazienza. E' a causa dell'impazienza che sono stati cacciati, a causa dell'impazienza che non ci tornano.

La disgrazia di Don Chisciotte non è la sua fantasia, è Sancho Panza."

Kafka Otto quaderni in ottavo, Terzo quaderno, 1917
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 15  Discussione   
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
© Torna all'inizio della Pagina
Generated in 0.09 sec. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03