Home | Profilo | Discussioni Attive | Utenti | Download | Cerca nel web | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 letture, scritture
 pensieri del tè (caffè, karkadè, camomilla...)
 proviamo?
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore  Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 28

n/a
deleted


14 Messaggi

Inserito il - 15/03/2004 :  16:46:50  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Aggiustare

[img]http://www.staeck.com/edition/ausstellungen/Beuys%20in%20Amerika.jpg[/img]


"non è possibile fare a brandelli una Magia e poi aggiustarla come si fa con un Cappotto"
(E. Dickinson, lettera del 1880)
Torna all'inizio della Pagina

ALI
c.s. alato


101 Messaggi

Inserito il - 15/03/2004 :  22:03:03  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
A quale mostro verrebbe in mente di distruggere una Magia?
Torna all'inizio della Pagina

tamer
c.s. alato


101 Messaggi

Inserito il - 17/03/2004 :  09:18:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Rammendo Rapido

http://www.galerie-levy.de/Ausstell_Gnoli-Dateien/image003.jpg

Sappiamo solo rompere,
contiamo sugli altri per riparare.


(Paul Morand, éloge du repos, Archinto, pag. 39)
Torna all'inizio della Pagina

Verbosa
c.s. alato


98 Messaggi

Inserito il - 20/03/2004 :  22:47:17  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ineluttabilità


About suffering they were never wrong.
The Old Masters [...]
They never forget
That even the dreadful martyrdom must run its course
Anyhow in a corner, some untidy spot
Where the dogs go on with their doggy life and the torturer´s horse
Scratches its innocent behind on a tree.


[img]http://www.nyquarterly.com/images/poets/auden.jpg[/img]

Sulla sofferenza non sbagliavano mai.
I Vecchi Maestri [...]
non dimenticavano mai
che anche il martirio tremendo deve
seguire il proprio corso
comunque in un angolo, in qualche posto squallido
dove i cani proseguono la loro vita da cani e il cavallo del torturatore
si stropiccia l'innocente didietro su un albero.

(Musée Des Beaux Arts, W.H. Auden)

Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 20/03/2004 :  23:24:05  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
be', Verbosa invita la lepre a correre: leggiamolo tutto, il Musée, che è la più bella poesia del secolo scorso.

Quanto alla sofferenza mai sbagliavano, gli antichi
Maestri; ah come ben sapevano in che parte
Configgerla nell'uomo e farla emergere
Mentre uno mangia, o apre una finestra, o fa soltanto
Due passi per la strada; e come mentre
I vecchi stanno in reverente, appassionata attesa della nascita
Miracolosa devono sempre esserci
Bambini che, per nulla attratti dall'evento, pattinano
Sopra uno stagno ai limiti del bosco.
Mai scordavano
Che il martirio più atroce deve svolgersi
In ogni caso a parte, in qualche angolo
D'ordinario disordine, in cui i cani
Pisciano e s'accoppiano, e il cavallo
Dell'aguzzino gratta il suo innocente
Sedere contro un albero.

Nell'Icaro di Brueghel, per esempio; con che agio
Tutto si chiama via da quel disastro: l'aratore
Forse ha sentito il tonfo, il desolato grido,
Ma non riguarda lui quella sventura; il sole splende,
Al solito, su quelle bianche gambe che scompaiono
Nell'acqua verde; e la sfarzosa, delicata nave ha visto, certo,
Qualcosa d'incredibile: un ragazzo che cade giù dal cielo,
Ma deve andare chissà dove e, calma, parte.
Torna all'inizio della Pagina

gabrilu
c.s. alato


88 Messaggi

Inserito il - 30/03/2004 :  17:36:40  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
PRIMI APPROCCI


Il "nordico" Gianfranco Contini fu uno dei primi letterati ad apprezzare gli scritti del palermitano Antonio Pizzuto, scrittore che oggi viene riscoperto e considerato di parecchie (ma proprio parecchie) spanne più in alto di tutti gli altri scrittori siciliani molto più noti di lui.

Gli scritti di Pizzuto non sono affatto "di facile lettura", benchè non vi compaiano quasi mai termini dialettali, ma Contini pensò subito di avere di fronte uno scrittore della statura di un Gadda e si adoperò per mettersi in contatto con lui e conoscerlo di persona.

Antonio Pizzuto e Gianfranco Contini intrecciarono una amicizia che durò per tutta la vita e tra loro intercorse un intenso carteggio intellettuale.

Quando Pizzuto morì, nel commemorarlo Contini annoverò lo scrittore siciliano tra gli artefici dell'italiano letterario della seconda metà del Novecento e scrisse tra l'altro:

"Conobbi Pizzuto con un ritardo di cui mi dolgo. Fu Cesare Brandi a spronarmi a leggere un autore che, diceva, sembrava fatto apposta per piacermi"


E' proprio per questo che mi sembra divertente sbirciare su questo stralcio di epistolari incrociati in cui assistiamo ai primi approcci tra i due...

[img]http://www.libreriamarini.it/Imm_Segnalazioni/Pizzuto_Contini_Foudre.jpg[/img]


Lettera di Gianfranco Contini ad Antonio Pizzuto

[img]http://www.novara.com/letteratura/archivio/immagini/bibliografia900/contini.jpg[/img]

Gianfranco Contini


Firenze, 9 ottobre 1963

Carissimo Pizzuto, … ho localizzato via Fregene (la strada in cui abita Pizzuto, n.d.r.) …. Se tu non avessi al progetto repugnanza incoercibile, io passerei di lì, previo accordo preciso, in una delle mie quasi mensili ma brevissime corse a Roma. E non so se vorresti esplorare con me, che non li conosco, mentre li colleziono fuori d’Italia … i ristoranti cinesi di Roma. Oh sì, l’anatra all’arancia, il pollo alle nocciole, l’insalata di germi di soia, le fettine di abalone, la banana fritta nel miele e non so quali altre centinaia di lemmi che a me, m’illudo se anche a te?, risultano profondamente omogenee…


Lettera di Antonio Pizzuto alla figlia

[img]http://www.ateneonline-aol.it/immagini/pizzuto.jpg [/img]
Antonio Pizzuto


Roma, 11 ottobre 1963

… Mi è spuntato, come aggigghia sulle patate, un nuovo ammiratore: il prof. Giovanni Contini dell’Università di Firenze; a seconda lettera già ci diamo del tu. Di questo passo me lo vedrò spuntare un giorno cu a granatiera sfigghiata. Mi ha invitato, per quando verrà qui, al ristorante cinese, banane fritte nel miele etc., ma io preferisco pasta cu i sardi e panielli.


[img]http://www.dispensa.com/produttori/images/sard.jpg[/img]

Pasta con le sarde

[img]http://www.bitticatering.it/Panelle/panelle.gif[/img]
Panelle
(farina di ceci, sale, pepe, prezzemolo, parmigiano)




Note per i non siculi:

  • "patate aggigghiate" sono le patate quando "fioriscono", quando cominciano a manifestare delle infiorescenze

  • cu a granatiera sfigghiata : con la patta dei pantaloni aperta

  • pasta cu i sardi e panielli sono la pasta con le sarde e le panelle, due ricette tipiche di Palermo


gabrilu
Torna all'inizio della Pagina

boboross
c.s. infuocato


397 Messaggi

Inserito il - 30/03/2004 :  20:11:11  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
La cosa più singolare per chi non conosca nemmeno una briciola della biografia dell'autore citato da Gabrilu, è che Pizzuto era stato Questore della Repubblica.
Una persona così è fatta apposta per smentire qualche luogo comune.
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 02/04/2004 :  09:44:44  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Cuore fermo


[img]http://www.entertainmentstudios.com/fine_art/dine_images/dine_04.jpg[/img]

(Sulla morte della ragazza di 14 anni,
nel quartiere di Forcella di Napoli)


"Ma tra il colpo bestiale e la sepoltura c’è un transito buio che vuole riflessione. Questa ragazza non era morta. Il giorno dopo si è levato un tripudio, intorno a lei, da bruciare qualsiasi compianto, da cambiare direzione al vento della commozione. Il tripudio osceno dell’immediato espianto-trapianto. A lei, fiore della vita, difficilmente sarà venuto in mente di farsi «donatrice» dei propri organi. Quegli organi non sono stati donati ma strappati: parliamo un linguaggio onesto! Fossi stato io padre di questa bellezza assassinata mai avrei consentito a farla uccidere un’altra volta su un tavolo operatorio! E il suo cuore batteva: questo va gridato, batteva. Su questo punto o siamo sacerdoti dell’intransigenza o prendiamo una strada storta, che porta all’immondo traffico di organi teneri, traguardo estremo dell’impurità criminale dell’uomo. La morte significa cuore fermo: la morte cerebrale, che oggi bisogna subire come imposizione di legge, non è né potrà mai essere morte vera."
(G. Ceronetti, "Lo Stuzzica venti", "La Stampa", 2 aprile 2004)
Torna all'inizio della Pagina

Verbosa
c.s. alato


98 Messaggi

Inserito il - 09/04/2004 :  16:42:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Battesimi

[img]http://www.fillesducalvaire.com/ARTI/docs/When%20Will%20You%20Ever%20Learn,%202000.JPG%20120ko.jpg%20net.jpg[/img]

(Karen Knorr, When Will You Ever Learn, 2000)

Ogni neonato appena venuto al mondo conviene lavarlo accuratamente e, dopo avergli lasciato un po' di tempo per riposarsi dalle prime impressioni della vita, picchiarlo energicamente dicendogli:
Non scrivere! Non scrivere! Non diventare mai uno scrittore!
(Anton Pavlovic Cechov)
Torna all'inizio della Pagina

Verbosa
c.s. alato


98 Messaggi

Inserito il - 19/04/2004 :  18:59:17  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Pneumatismi

[img]http://www.magnumphotos.com/LowRes/nyc/TR6/MCS/BSZHN80/NYC20093.jpg[/img]

La realizzazione arriva quando il taoista sente dentro di sé uno stato di pura attenzione, la nozione che l'eternità possa venir compromessa da una parola sventata, da una semplice disattenzione, dall'inopportuno tremolio della foglia.
(Un sorriso nell'occhio della mente, Lawrence Durrell, 1980)
Torna all'inizio della Pagina

tamer
c.s. alato


101 Messaggi

Inserito il - 27/04/2004 :  11:36:16  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
...poi capita che oziando qua e là si finisca addirittura per spulciare nelle storie romane di Dione Cassio (LIII-19), secondo secolo dopo Cristo...

Ma negli ultimi tempi la maggior parte dei fatti è entrata a forza nell'area del segreto e sfugge alla pubblica conoscenza, e anche quando accada che alcune cose siano rese note, le cronache sono screditate perché non si può più investigare oltre, e cresce il sospetto che ogni fatto sia raccontato e prodotto secondo i desiderata della gente al potere pro tempore. Di conseguenza, molti avvenimenti che non si materializzano mai diventano chiacchiera corrente, mentre molto di quel che indubitabilmente è avvenuto resta sconosciuto, e in ciascuno dei casi, o quasi, la cronaca resa di pubblico dominio non corrisponde a ciò che è effettivamente avvenuto.
Torna all'inizio della Pagina

tamer
c.s. alato


101 Messaggi

Inserito il - 30/04/2004 :  17:02:45  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[img]http://www.giovannicaselli.com/francigena/mappe/italy/P06/6_LUCCA_DUOMO_TOMBA_DI_ILA.jpg[/img]

...anima della quale un Dio è stato prigione,
vene che hanno dato soffio tanto fuoco,
midolla che hanno gloriosamente arso,
il corpo , non la cura:
saranno cenere, ma avranno un senso.

(Francisco de Quevedo, citato in
Agonia dell'Europa di Maria Zambràno)
Torna all'inizio della Pagina

tamer
c.s. alato


101 Messaggi

Inserito il - 01/05/2004 :  15:29:49  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[img]http://www.goreydetails.net/images/items/thumb1057786498.jpg[/img][img]http://www.goreydetails.net/images/items/thumb1057786498.jpg[/img][img]http://www.goreydetails.net/images/items/thumb1057786498.jpg[/img]

Di giorno quando i gatti sono intensi
pensi che il loro pelo offuschi i sensi.
Di notte quando i gatti sono immensi
si ricopre di pelo quel che pensi.

(Toti e Scialoja, Toti e Topi, il Gatto Bigotto 1974-1976)
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 13/05/2004 :  10:35:55  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
La perfidia delle dritte


[img]http://www.schindler.org/kane1.jpg[/img]


"Il mondo dei giornali mi fa paura: a parte tutto quello che mi costringe a odiare i giornali, questa quintessenza della volgarità umana! - li odio per quegli accenni alla chetichella, per la perfidia di quelle righe dritte dritte."
(M. Cvetaeva, Il paese dell'anima).
Torna all'inizio della Pagina

topsy
c.s. alato


99 Messaggi

Inserito il - 17/05/2004 :  18:48:55  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[img]http://www.pdir.it/orsa/img/Lorenzaccio_sferlazzo_86.jpg[/img]

Non giudicate dell'uomo se non dopo sentito come pronunzia. Tommaseo

(rubo questa citazioncella a Patrizia Valduga, Lezione d'amore, l'ultima raccolta sua di settenari sadiani)
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 28  Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
© Torna all'inizio della Pagina
Generated in 0.11 sec. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03