Home | Profilo | Discussioni Attive | Utenti | Download | Cerca nel web | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 letture, scritture
 pensieri del tè (caffè, karkadè, camomilla...)
 proviamo?
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore  Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 28

n/a
deleted


402 Messaggi

Inserito il - 22/01/2007 :  19:43:20  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Non ne facevo una questione di soldi, ero solo un po' indeciso. Grazie a te ora ho sciolto ogni dubbio, cosi voglio le sigarette e lascio perdere la pistola. Mi terrorizza l'idea di dover scoprire "dopo" che ho una una mira come la tua. Quindi "dobbiamo di necessita' pensare" che il rischio sarebbe troppo grande."(A.Vitali, La ripetente fa l'occhietto al preside)"
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted


402 Messaggi

Inserito il - 24/01/2007 :  15:07:41  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Un paio di giorni fa me ne stavo comodamente sprofondato sul sofa' a chiaccherare del piu' e del meno(vicino ad un pacchetto di sigarette, qualche altra cosuccia che non dico, e niente pistola) quando ho avuto una visione(premetto niente a che fare con un nuovo messia, solo un po' cosi, forse colpa di cose stimolanti e interessanti per il mio inconscio, quindi forse di fc).
Dunque, stavo assistendo ad una rapina con due banditi che uscivano di corsa da una banca sparando verso chiunque si trovasse nei paraggi.
Sulla strada in quel momento tre persone, li fuori per caso.
Quando i gentiluomini sono fuggiti, dopo pochi minuti arriva la polizia, e dato che nessuno e' rimasto stecchito a terra ne ferito, gli investigatori cominciano ad interrogare quei tre, diventati testimoni.
Dal sofa' potevo osservare il loro stato d'animo e ascoltare i discorsi. Due di queste persone erano terrorizzate e tremavano come foglie, mentre la terza non era spaventata. Delle due persone impaurite, la prima non sapeva dire gran che, ricordava sopratutto gli spari, la confusione e la macchina che partiva sgommando, ma niente di piu' preciso, a parte la paura.
La seconda invece nonostante il terrore, era riuscita a guardare abbastanza bene in faccia i banditi, aveva anche riconosciuto il modello dell'auto dei delinquenti e altri particolari interessanti.
La terza persona, quella meno spaventata, in realta' aveva notato poche cose importanti, aveva visto le pistole, dove avevano sparato, le borse coi soldi, l'auto, ma le loro facce non se le ricordava, non le aveva guardate.
E allora se le era inventate, dando una pista sbagliata nonostante sembrasse il testimone piu' credibile.
Cosi mi e' venuta in mente una cosa, il criterio minimo di selezione.
Se tutti e tre i testimoni fossero stati scrittori, una volta entrato in libreria quale avrei dovuto scegliere, per non ritrovarmi in tasca un sicuro nuovo senso di colpa?
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 25/01/2007 :  08:08:40  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
domanda oziosa: il manico di scrittore precede - e nulla ha a che fare con - l'essere accidentale testimone d'un evento. per cui la scelta dipende da te: se preferisci il thrilling opterai per il primo, se il realismo il secondo e se la fantasy il terzo. ma con codesti dubbi è meglio che in libreria non ci vai nemmeno, e investi tutto in più certamente appaganti sigarette.
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted


402 Messaggi

Inserito il - 25/01/2007 :  12:21:33  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Quello che mi era venuto in mente era solo uno stupido paragone sul senso dell'arte, nello specifico riguardo la scrittura, non osavo arrivare a tanto.
Percio' mi scuso della mia superficialita', e per riparare andro' dal tabaccaio e gli proporro' un baratto, Kafka per un pacchetto di marlboro(mi hai convinto che non fa per me), sei contento adesso?
E ora un copia-incolla dalla rete, spero che con lui sarai piu' tollerante
"Chiediamo pace per gli dei della patria... Dobbiamo riconoscere che tutti i culti hanno un unico fondamento.Tutti contemplano le stesse stelle, un solo cielo ci è comune, un solo universo ci circonda. Che importa se ognuno cerca la verità a suo modo? Non si può seguire una sola strada per raggiungere un mistero così grande" Q.A. Simmaco
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 26/01/2007 :  10:08:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
oh, questa sì che è una bella domanda: che senso abbia l'arte, se ce l'ha.
e no che non sono d'accordo nemmeno con simmaco, permetti? perché anche ammesso che tutti i culti abbiano un unico fondamento (la paura dei morti), il loro modo di far proseliti varia da così a cosà: una cosa è che suoni alla porta un testimone di geova o un arancione, per piazzarti la sua fede, un'altra che sia il postino con la notifica da firmare: o ti converti o paghi dazio.
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted


402 Messaggi

Inserito il - 26/01/2007 :  13:44:29  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
La tua "bella domanda" mi fa tenerezza, sarebbe troppo facile rispondere dicendoti di tornare dal tabaccaio e restituire le marlboro in cambio di kafka, o altre cose simili, ne ho in mente una bella serie, la fantasia e l'ironia non mi mancano, sono altre le cose che mi mancano. E poi io sono solo un gioco, entrato in questo posto perche' stimolante e interessante, quindi per sentire e confrontare idee.

Quello di Simmaco e' un epitaffio, il testamento di un mondo superiore che si e' lasciato morire per far posto ad un mondo inferiore. La profondita' del loro significato e la loro grandezza, per chi ha coscienza della storia, e' immensa. Il medioevo con tutto quello che ne consegue, e' iniziato esattamente da li. Poi ognuno la pensa come vuole, in fondo il senso era questo
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 26/01/2007 :  17:22:21  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
A proposito di fumo

[img]http://www.virtualsciencefair.org/2004/baug4s0/public_html/davis.jpg[/img]

L'anima tutta riassume
Quando noi espiriamo in molti
Anelli placidi di fumo
Già da nuovi anelli dissolti

Sapiente sigaro e dichiara
Consumandosi a poco a poco
Se la cenere si separa
Dal suo chiaro bacio di fuoco

Così il coro delle romanze
Dal tuo labbro voli sottile
E tu escludine dinanzi
Il reale perch'esso è vile

Il senso troppo esatto oscura
La tua vaga letteratura

(S. Mallarmé, L'anima tutta riassume)
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted


402 Messaggi

Inserito il - 27/01/2007 :  08:41:08  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Comepessoa

...........
Ma un uomo è entrato nella Tabaccheria (per comprare tabacco?),
e la realtà plausibile improvvisamente mi crolla addosso.
Mi rialzo energico, convinto, umano,
con l'intenzione di scrivere questi versi per dire il contrario.
Accendo una sigaretta mentre penso di scriverli
e assaporo nella sigaretta la liberazione da ogni pensiero.
Seguo il fumo come se avesse una propria rotta,
e mi godo, in un momento sensitivo e competente
la liberazione da tutte le speculazioni
e la consapevolezza che la metafisica è una conseguenza dell'essere indisposti.

Poi mi allungo sulla sedia
e continuo a fumare.
Finche il Destino me lo concederà, continuerò a fumare.
(Se sposassi la figlia della mia lavandaia
magari sarei felice.)
Considerato questo, mi alzo dalla sedia.
Vado alla finestra.
L'uomo è uscito dalla Tabaccheria (infilando il resto nella tasca dei pantaloni?).
Ah, lo conosco: è Esteves senza metafisica.
(Il padrone della Tabaccheria s'è affacciato all'entrata.)
Come per un istinto divino Esteves s'è voltato e mi ha visto.
Mi ha salutato con un cenno, gli ho gridato Arrivederci Esteves!, e l'universo
mi si è ricostruito senza ideale ne speranza, e il padrone della Tabaccheria ha sorriso.
(F.Pessoa, La Tabaccheria)

Stamattina sono tornato dal tabaccaio, deciso a riavere il mio libro, ma lui non ne ha voluto sapere, ha detto che gli piaceva
"e va bene, mi dia tre pacchetti di marlboro!(lo odiavo) " ...e il padrone della Tabaccheria ha sorriso.
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 28/01/2007 :  13:19:36  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
tanto per passare un minuto. perché, o fc, "l'anima tutta riassume"? così si perde un possibile senso fra i molti - un bel po' di quel fumo, insomma, di cui il poeta ama avvolgere i suoi versi. "toute l'ame résumée" potrebbe anche dipendere dall'attestazione d'un sigaro - pensa che bello! e molte altre costruzioni sono possibili, nel testo:


HOMMAGE.

Toute l'ame résumée
Quand lente nous l'expirons
Dans plusieurs ronds de fumée
Abolis en autres ronds

Atteste quelque cigare
Brulant savamment pour peu
Que la cendre se sépare
De son clair baiser de feu

Ainsi le choeur des romances
à la lèvre vole-t-il
Exclus-en si tu commences
Le réel parce que vil

Le sens trop précis rature
Ta vague littérature.

Tutta l'anima riassunta/ Quando lenta l'espiriamo/ In molti anelli di fumo/ Aboliti in altri anelli

Qualche sigaro attesta/Bruciando saggiamente per poco/ Che la cenere si separa/Dal suo chiaro bacio di fuoco

Così il coro delle romanze/ Al labbro vola/ Escludine se cominci/ Il reale perché vile

Il senso troppo chiaro cancella/ La tua vaga letteratura.


Il che non toglie che il fumo sia dannoso, alle lettere quanto ai polmoni. avesse scritto a questo modo padre dante, e chi riuscirebbe a riveder le stelle?
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 28/01/2007 :  19:21:50  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
sorry

[img]http://www.homestead.com/lafrusta/files/mallarme_manet.jpg[/img]


Hai ragione in tutto. E grazie per cotanta rivitalizzazione rispetto alla scialba traduzione precedente. Io feci il peccato pessimo, trovata per fumoso caso la poesia solo in italiano, di non cercare poi l'originale. Pigrizia, ma, appunto, la chair est triste, hélas! e, pure se si son letti tutti i libri, quasi sempre si va per traduzioni di traduzioni. Chiedo venia. Quanto al sigaro, come sai, Mallarmé fu con esso attonitamente ritratto.
Torna all'inizio della Pagina

campi giovanni
c.s. oltre


861 Messaggi

Inserito il - 31/01/2007 :  17:01:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

CIECO REPROBO?


"Parti pas plustot bien plus tard que comment dire? Comment pour
en finir enfin une dernière fois mal dire? Qu'annulé. Non mais
lentement se dissipe unpeu très peu telle une dernière trainée
de jour quand le rideau se referme. Piane-piane tout seul où mu
d'une main fantome millimètre par millimètre se referme. Adieu
adieux. Puis noir parfai avant-glas tout bas adorable son top
départ de l'arrivée. Première dernière seconde. Pourvu qu'il en
reste encore assez tout dévorer. Goulument seconde par seconde.
Ciel terre et tout le bataclan. Plus miette de charogne nulle
part. Léchées babines baste. Non. Encore une seconde. Rien qu'une.
Le temps d'aspirer ce vide. Connaitre le bonheur."

(Samuel Beckett, Mal visto Mal detto)


Campi Giovanni
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 06/02/2007 :  12:19:04  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
viole

[img]http://thumbs.photo.net/photo/4188998-sm.jpg[/img]



Oggi l'Altrove di Ceronetti sulla Stampa è proprio un pezzetto di Amleto:

LAERTE: Non si celebrerà nessun’altra funzione?
PRETE: Nessun’altra funzione. Noi profaneremmo il rito dei morti se cantassimo per lei il grave Requiem e gli altri canti, come per le anime di coloro che se ne dipartono in pace con Dio.
LAERTE: Mettetela nella terra, e possano dalla sua carne bella e immacolata sbocciare viole! Ecco che ti dico, rozzo prete: mia sorella sarà un angelo apportatore di salvezza QUANDO TU STARAI URLANDO NELL’INFERNO!

(W. SHAKESPEARE: Amleto, atto V, sc. 1)

Il Prete rifiuta a Ofelia la sepoltura cristiana tradizionale, per sospetto suicidio, ma per ordine del re non la fa buttare tra le immondizie (g.c.)
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 06/02/2007 :  17:10:05  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
peggio ancora toccò a cristo: fuìti tutti, apostoli e no (pietro compreso), lo scese dal patibolo un quasi estraneo, un discepolo occulto (kekrummènos, per paura dei preti), d'agiata famiglia (uno di quelli insomma che non passano per la cruna dell'ago) il quale lo seppellì nella propria tomba. fede nel messia? speranza d'una vita futura? simpatia, pietà, per chi si è semplicemente conosciuto e stimato, no eh?
Torna all'inizio della Pagina

campi giovanni
c.s. oltre


861 Messaggi

Inserito il - 21/03/2007 :  10:32:19  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

l'innecessaria qual cosa


"fuori cranio solo dentro
da qualche parte qualche volta
come qualcosa

cranio ultimo rifugio
racchiuso nell'esterno
come Bocca* nel ghiaccio

l'occhio all'infimo allarme
si apre si dilata si risigilla
non essendoci più niente

così qualche volta
come qualcosa
della vita non necessariamente"

(S.Beckett, Poesie)

*(Bocca è il dantesco Bocca degli Abati, Inferno XXXII. La precisa-
zione è necessaria perché nella versione italiana di 'Not I' ( Non io )
la voce recitante Mouth è indicata ugualmente come Bocca.)
(dalle 'note e varianti')


alternanti note senza alternative
alternative varianti con alternanza


Campi Giovanni
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted


402 Messaggi

Inserito il - 23/04/2007 :  11:40:17  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
selezione naturale:
Gli uomini corrono spingono e calpestano, i migliori sono destinati ad arrivare primi nella lotta per la morte, mentre tutti gli altri li invidiano.(Alvin)
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 28  Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
© Torna all'inizio della Pagina
Generated in 0.09 sec. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03