Home | Profilo | Discussioni Attive | Utenti | Download | Cerca nel web | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 letture, scritture
 Qual è il lettore ideale?
 Timido signore di moltutudini
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore  Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 28

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 10/12/2005 :  14:48:45  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Lector in selva

[img]http://i10.photobucket.com/albums/a141/elanize/leggere.gif[/img]

"L'ermeneutica ha il pregio di aver cancellato
ogni presunzione di innocenza...

"Non c'è testo che non sia la nostra lettura del testo,
per cui interpretare non è contemplare
uno spettacolo che si mostra da sé,
ma è agire su questo spettacolo
perché ceda il suo senso..."

(U. GALIMBERTI, La casa di psiche, Feltrinelli 2005)
Torna all'inizio della Pagina

noirfemme
nuovo c.s.


2 Messaggi

Inserito il - 13/01/2006 :  21:10:38  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
citazione:
Messaggio inserito da tamer

ohhhhhhh che bella discussioncella... adesso Tamer come minimo s'ingegnerà nella parte dell'Uomo Nero sicché tenetevi forte! (ehehehe, lo studio da anni questo delizioso carattere); e so già che si incorrerà subito subito nell'indignazione del Buon Padre di Famiglia, quel tipico lettore attento e quadrato che se poco poco mi capita sotto mano lo scaravento giù dalla rupe tarpea...

(messaggio per il suddetto Pater Familias: non s'adonti, ce n'è punto bisogno; sappia solo che la mia disistima per Lei è tale che la sua stessa famiglia la vorrei veder rosolare sulla mia griglia, ma sia chiaro, non prima d'un'accurata, minuta, puntigliosissima, striglia)

sicché, non mi si venga a dire ancora che la poesia deve essere per tutti, che bisogna scrivere in modo piano, comprensibile, semplice, divulgativo, senza eccedere nei riferimenti, date, dati e citazioni... non mi si dica n-i-e-n-t-e di tutto questo ché davvero isso le barricate e rataplàn rataplàn rataplàn per tutti...

la Poesia ha da essere molto più che oscura, una sfera acquosa che ti scaraventi là dove nessuno vede... chi crede, dunque, aver il delicato coraggio di farsi attraversare da questa bolla di oscurità, bene, s'accomodi pure, le iscrizioni sono aperte!

(ma, avviso ai naviganti: mi raccomando, non vi venga poi in mente di spiattellarci come polipetti i segreti misterici cui avete assistito! vi prego, quel senso soffocantemente delizioso di Caduta, ecco, quello, gradiremmo gustarcelo senza anticipazioni di sorta! intesi?)

Tamer è dunque un lettore cui burrosamente cedono le ginocchia, uno che per intendersi si lascia invadere -mai sedurre, mai!- invadere totalmente dalle orde barbariche delle parole, e assiste poi docile docile alla sua medesima devastazione... perché, in fondo, o un libro ti rende vampa e cenere o non è. punto.
(della bellezza ricorderei Baudelaire: son regard profond et froid/ coupe et fend)

clap clap clap...... un sentito battimano al sig. tamer, sentito e modestissimo a dire il vero, visto che la mia giovane età e la mia quasi nulla esperienza rendono probabilmente, e probabilmente a ragione, privo di qualsiasi appeal questo mio messaggio.....
comunque sono d'accordo, davvero d'accordo........



Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 16/01/2006 :  07:09:59  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Calme extrascolastiche e la faccenda del pr...pr...pr...

[img]http://www.napoliontheroad.it/uomo%20che%20legge.jpg[/img]

...ma qui il Nietzsche ci sta come il cacio sui maccheroni!
Per esempio:

"Il lettore dev'essere calmo
non deve subito fare
intervenire la sua persona
non deve aspettarsi dei prospetti."
(Frammenti postumi, vol. II)


[img]http://147.162.217.112:90/arcimboldo/HomeEtc/bibliotecario.gif[/img]


(mentre nelle scuole è tutto un fiorire di prospetti! lì ormai ogni testo è pretesto per prospetti! ogni professoressa si prostra al poco proteiforme Prospetto: totem & tabù di tutta la pedagogica tribù! e si prospetta pretestuosamente e proditoriamente sempre e comunque!... pensa che prospettiva!... come se in cucina ogni possibile carne servisse al cuoco per polpette!... e infatti il Nietzsche, che come sapete prende molto sul serio la faccenda dell'insegnare, scrive nello stesso periodo che "la pretesa di giungere alla cultura nel liceo è una menzogna." - e infatti il lettore ideale a cui pensa non deve essere soltanto calmo, ma anche solo)

(nel c.s. n. 4 trovi un po' di fenomenologia a riguardo in cui per povera cavia si era preso Kafka: http://www.compagnosegreto.it/NUMERO4/matta4.htm)
Torna all'inizio della Pagina

ospodar
c.s. acquatico


66 Messaggi

Inserito il - 17/01/2006 :  20:50:38  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
fare i conti senza l'oste


...ah sì, era bello sì, quel pezzo sulla kakka di kafka: piaciuto moltissimo... ora, più o meno chiarita la faccenda del lettore ideale, dei libri angeli, delle stroncature, non resta forse il problema autore? a patto che galimbertianamente esista.
esiste un autore ideale?

Un autore dovrebbe considerarsi non un gentiluomo che offre un pranzo o accoglie gente in casa sua, per carità, ma piuttosto come chi gestisce una locanda, nella quale si fa buon viso a tutti per il loro denaro.


l'incipit spassoso di Tom Jones - Henry Fielding: avvocato e magistrato, assieme al fratello organizzatore della prima squadra di polizia londinese: i Bow Street Runners - 1750, nientemeno che ottanta anni prima di Scotland Yard
Torna all'inizio della Pagina

orfano sannita
c.s. infuocato


308 Messaggi

Inserito il - 18/01/2006 :  17:03:57  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sospensione della credulità

[img]http://www.cronologia.it/storia/biografie/manzoni.jpg[/img]


Fielding mente. Fa il ruffiano perché gli preme lo spaccio del libro suo. Ci vuole per clienti e quindi ci tratta da gonzi. Con quelle righe – figurati, la prima pagina, quella del piazzista all'assalto... - sta al punto critico di rifilarci la sua sbobba, il suo Folletto, la sua batteria di tupperware, le sue infinite pignatte cinesi... - Vorrebbe addirittura che si pagasse tutto incantati, e che gli si restasse grati per sempre… Usa allora il trucco più vecchio del mondo: fa il servo nostro...

La verità è che ha molto più bisogno di noi che noi di lui: per questo esagera con le leccatine. Noi saremmo lettori, lettori ideali, in ogni caso. Mentre lui, senza di noi, nisba.
Per il caro "autore": no lettori, no party!...

Eppure, ma solo perché siamo educati, noi anche ci sorridiamo alle sue frasette da Dulcamara, ma questo mica vuol dire che ci facciamo gabbare come a lui piacerebbe tanto. Faccia pure l’oste bonario. Noi sappiamo che l'oste, in cucina, è un Mangiafuoco che sbraita e sputacchia sulle pietanze quello che il cliente non dovrebbe sapere mai.
Ma l'immaginazione ce l'ha mica solo lui.

[img]http://www.cronologia.it/storia/biografie/manzoni.jpg[/img]


A questo punto diciamola tutta. L'autore mente già per il deplorevole fatto di spacciarsi per autore. Solo perché sta dalla parte giusta della pagina - e cioè sotto - fa l'autore, e perfino si celia e ce la mena con la storia dell’oste al nostro servizio. Sì, sì.

Fosse poi chissà che titolo.
Quando l’autore di guittonesche rime Bonagiunta dà del collega a Dante, quello non solo schiva e nega, ma gli chiede come si permette. - E' la topica della letteratura universale:
dare del collega all’Alighieri, che sta facendo una settimana e mezza di C.E.P.U. oltretombale per diventare tutto tranne che un autore! Caso mai portavoce ufficiale del Padreterno, che infatti ben prima del ratzingherianesimo, aveva scelto come nick Amore.

Morale? “Scrivere è ignobile, quel che conta è scribacchiare” (Giorgio Manganelli, Elogio del tiranno), per cui niente autori.

[img]http://www.cronologia.it/storia/biografie/manzoni.jpg[/img]


Controprova:
Alessandro Manzoni fu un uomo nobile e pio, e volle farsi autore. Come sappiamo tutti, le due cose non vanno d’accordo a lungo. Ma la vanità combina questo e altro. Nonostante una conversione alla setta della Quaresima Perenne, e dopo aver bruciato tutto Voltaire in giardino, lo sventurato rispose. - Fu peggio dell’escalation d’un tossico del videopoker: partito con poesiole innocenti, s'ingorgò in un paio di tragedie irrappresentabili, per schiantarsi infine in un romanzo di otto miliardi di pagine per ventitrè lettori. E infatti finì agorafobico, angoscioso, pascaliano, insonne e senatore. Riguardate il ritratto e dite se non è fisiognomica eloquente.
Quando capì tutto, era ormai troppo tardi: per metà dei lunghi anni che gli restarono provò ad emendare l'Opera vampira e inemendabile, per l’altra metà se ne vergognò come un ladro. A riprova che certe cose sono senza ritorno, il suo romanzo ripudiato però non lo bruciò, come fece coi Voltaire. E morì autore.
Torna all'inizio della Pagina

Verbosa
c.s. alato


98 Messaggi

Inserito il - 24/01/2006 :  07:52:30  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
citazione:
Ma l'immaginazione ce l'ha mica solo lui

e infatti... (c'entra nulla, in realtà - l'immaginazione, nel senso di mancanza di fa da sponda per tornare all'idea del libro ideale, fors'anche soltanto utile:

[img]http://www.tatargallery.com/images/photos/Kitsch_a.jpg[/img] [img]http://www.tatargallery.com/images/photos/Woman_in_art_a.jpg[/img] [img]http://www.tatargallery.com/images/photos/Victor-Vasarelya.jpg[/img]
(foto di veronica bailey)

Per non parlare dell'acqua potabile, perché anche quelle tubature sono saltate. E si deve inoltre fare a meno di una cosa che sembre non degna di menzione, ma che è altrettanto indispensabile: la carta igienica. Nel rifugio, dove un paio di secchi fungono da gabinetto, abbiamo cominciato a disfare i libri. Ognuno degli inquilini ne ha sacrificati un paio. Una sera un vecchio si è messo a piangere vedendo un libro di Rilke usato a tale scopo. Si è rincantucciato in un angolo e tra i singhiozzi ha detto che, per colpa di Hitler, il popolo tedesco ha toccato il fondo dell'inciviltà e della miseria umana.

Io, piccola ospite del Fuehrer - Helga Schneider - Einaudi
Torna all'inizio della Pagina

orfano sannita
c.s. infuocato


308 Messaggi

Inserito il - 11/02/2006 :  15:06:27  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sempre pensato

[img]http://www.warfare.it/img/colonnina_img/bottoni_img/lorenzo_lotto.jpg[/img]


"Bisogna arrivare a parlare di cultura come si parla di figa: diciamolo chiaro, se la cultura, se il pensare, non è vitale, se non impegna proprio le viscere (e non metaforicamente, perché il pensare è cosa totale come il morire, è un "fatto", un vero e tangibile oggetto), se non ha anche addosso qualcosa di sporco, di fastidioso, di disgustoso, come è di tutto ciò che appartiene ai visceri, se non è tutto questo, non è che vizio, o malattia, o addobbo: cose di cui è bene o anche necessario e onesto, liberarsi (spogliarsi) totalmente".

(G. MANGANELLI, "Appunti critici, 1948-56", inediti pubblicati da "Riga", n. 25, gennaio 2006)
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 12/02/2006 :  13:40:09  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
te lo appoggio completamente, orfano, codesto pensiero. ma non sarà maschilista? anche di cazzo, dunque. oppure la pensi come me, che alla donna sia negata per natura - ci ha già quella del corpo, che diamine! - la creazione dello spirito?
Torna all'inizio della Pagina

orfano sannita
c.s. infuocato


308 Messaggi

Inserito il - 13/02/2006 :  14:03:01  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Le ragazze di San Freudiano

[img]http://www.pasolini.net/mariacallas-medea.jpg[/img]


A proposito di soprani, mezzi e contralti, tra cantanti e cantori di un coro blasonato e forse persino blasé, m'è capitato di sentir stringere la questione del canto femminile alla capacità o meno di cantare con la figa: è evidente che, se la cosa richiede spiegazioni, non sarà sufficiente nessuna spiegazione. Lo stesso del resto accade per il sublime dello pseudo-Longino o la grazia di Castiglione e insomma per tutte le cose davvero importanti.

In ogni caso, quel criterio infero eppure luminoso, rendeva incontestabilmente evidente il miracolo e il primato di Maria Callas anche a quei cultori di filologie allo spasimo fedeli a pratiche di canto rinascimentali e addirittura medievali. - Non ho mai sentito un equivalente cantar col cazzo come metaforico (?) criterio d'eccellenza per tenori baritoni eccetera. Il motivo mi pare intuibile (sarà sufficiente farsi tornare a mente il micidiale sonetto del Belli sui cento nomi del pisello?).

Proprio tutto questo mi fa dissentire parecchio, caro fiornando, dalla seconda parte del tuo pensiero. Non ti facevo così freudiano. Le donne incapaci di spirito? Daresti loro un vantaggio incolmabile. Le donne canterebbero (e scriverebbero, e reciterebbero, ecc.) con la figa, e cioè con tutto, mentre noi appena con lo spirito? - Saremmo davvero, sempre noi maschietti intendo, senza speranza se non d'ignavia. Io sono più ottimista. Sospetto per esempio che anche Dante scrivesse con la figa, e soprattutto lì dove fa il maschiaccio in calore urlante come nelle "pietrose". Ma io sono vagamente junghiano e tendo al caos, anche dei sessi.


Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 13/02/2006 :  15:09:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
sarà. mica uno è depositario della verità. guai. quanto alla callas ti dirò: avrà pure cantato con la fringuellina (come la ricciarelli del resto - ma le mie preferenze restano per emma kirkby) ma la musica l'ha scritta col suo bel pìrolo in mano bellini, o cherubini. io parlo di creazione, non di ricreazione. a interpretare son buoni tutti, o quasi. io mica sono poeta, però vedi, siciliano deve avere avuto lo stesso tuo fiuto quando mi disse che io traduco in levare, cioè col cazzo in mano. le donne che creano, che hanno creato qualcosa di buono, guarda caso (e non m'addentro qui in speculazioni) sono tutte maschiacci.
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 13/02/2006 :  15:12:36  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
oh cavolo, in campo artistico, mi sono scordato di dire. in tutto il resto la donna ci fa le scarpe ragazzi, c'è poco da fare.
Torna all'inizio della Pagina

ALI
c.s. alato


101 Messaggi

Inserito il - 13/02/2006 :  22:13:58  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Messaggio inserito da orfano sannita:

Non ho mai sentito un equivalente cantar col cazzo come metaforico (?) criterio d'eccellenza per tenori baritoni eccetera.


solitamente in gergo canoro coristico e quantistico, si dice di un maschio dopo una performance particolarmente entusiasmante: "quello canta proprio con le palle!!!"...

figa o palle, biroli o tette, credo sia la Divina che la Kirby ne siano ben dotate, con tutte le loro infinite diversità di interpretazione, gusto musicale, mezzo canoro, tecnica vocale e chi più ne ha più ne metta.

[img]http://www.hazardchase.co.uk/images/clients/Emma%20Kirkby.jpg[/img]


una curiosità:
anni fa una Maestra di canto mi fece vedere due radiografie: una della gola e una della vagina... erano identiche!

Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 13/02/2006 :  22:56:39  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
bella la kirkby, eh? io m'innamorai di lei a sentirla cantare la seconda lezione di tenebre - allora aveva i capelli lunghi, e niente vibrato: ti trapassava con un cristallo. resta comunque aperta la quistione: può la donna creare una thing of beauty? la miseria di quote rosa fra i "geni" è un accidente o una necessità? toooopsyyy, tameeer, verbosaaa, ehi, dico a voi! che donne senza palle che abbiamo sul cs!
Torna all'inizio della Pagina

ALI
c.s. alato


101 Messaggi

Inserito il - 14/02/2006 :  22:23:58  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

Messaggio inserito da fiornando:
"ti trapassava con un cristallo."


[url][/url]

meravigliosa immagine!Proprio così!


... che bello!... essere trapassati da un cristallo e restare poi nella pace della morbidezza...
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 15/02/2006 :  08:07:12  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
eh sì, credere per provare e provare per credere: su questo sito si possono fare assaggi gratis della sua voce, l'unica da cui anche gli usignoli potrebbero imparare.

www.hyperion-records.co.uk/artist_page.asp?name=kirkby

Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 28  Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
© Torna all'inizio della Pagina
Generated in 0.09 sec. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03