Home | Profilo | Discussioni Attive | Utenti | Download | Cerca nel web | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Altre Muse
 RICETTE!
 ricette ricette ricette
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Successiva
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 4

orfano sannita
c.s. infuocato


308 Messaggi

Inserito il - 26/10/2003 :  23:22:12  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
gnamgnam!


[img]http://www.sipra.it/eventi/carosello/fotogrammi/dante_1.jpg[/img]



...in "Gola" di John Lanchester (Guanda, 2002) leggo la ricetta del BLINI, meravigliosa frittella russa: tagliando via gli excursus supercolti a proposito di Cerere e Placente, la ricetta è chiarissima, e infatti ho fatto dei meravigliosi blini: se si prova, le omelettes svaniscono per sempre alle spalle: troppo più buoni i blini (come del resto Lanchester prometteva)... c'è solo un punto dolente: LA PANNA ACIDA, sulla quale scrive: "La panna acida è di una semplicità assoluta e, se avete bisogno di consigli o norme in proposito, meritate soltanto la mia pietà.": eccomi servito... del resto non c'è libro di cucina - consultati, compulsati, sprimacciati a decine... - che dica COSA SIA, in realtà, la panna acida: su internet le "ricette" si contraddicono a vicende: talmente semplice la panna acida, insomma, da fare già una babele... una signora croata, bravissima in cucina, mi racconta che la usa CONTINUAMENTE... "e come la fa?" - "la compro!"... mi sembra il paradosso che racconta Aldo Buzzi nell'"Uovo alla Kok" sull'introvabilità della ricetta dell'uovo fritto: tra mille anni sapranno robe eruditissime sui tacchi interni delle scarpette di berlusconi, ma non troveranno da nessuna parte la ricetta dell'uovo fritto, che tanto "sanno fare tutti" (e non è vero: guardate la ricetta nel libro di Buzzi, delizioso piccolo adelphi!)... cari compagni segreti, perché non aiutarci, oltre che nella dotta libresca lettura, anche nel sacro spignattamento?...

[img]http://www.bresciastory.it/img/cuoco.gif[/img]



orfano sannita
c.s. infuocato


308 Messaggi

Inserito il - 27/10/2003 :  10:26:42  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[img]http://utenti.lycos.it/tagliobasso/cuoco.jpg[/img]


"Delle tante crespelle, frittelle e cialde esistenti - crepes e galettes; krumkakor, sockerstruvor e pletter svedesi; tattoriblinit finlandesi; aeggvaoffla della Scandinavia in genere; brigidini italiani; gaufrettes belghe; nalesniki polacchi; pudding dello Yorkshire - i blini sono i miei favoriti"
(J. LANCHESTER, Gola).

MA NON AVEVO MESSO LA RICETTA DEI BLINI!
scusate, vi prego... e dunque:
In una terrina: 120 gr. di farina di grano saraceno, 15 gr. di lievito sciolto in acqua tiepida; ! dl. di latte caldo. Lasciar riposare un quarto d'ora.
In un'altra terrina: 120 gr. di farina bianca, 1 dl. di latte caldo, 2 tuorli d'uovo (tenete in una scodella i due bianchi che serviranno poi), un cucchiaio di zucheero, uno di burro fuso, un pizzico di sale...
UNITE I DUE IMPASTI, quindi lasciate riposare un'ora. A questo punto montate i due bianchi a neve e aggiungeteli.
Il Lanchester raccomanda di scaldare una padella del tipo "placenta"... ho usato una di quelle piattissime piastre antiaederenti per le omelettes ed è andata benissimo. Quando la piastra è calda, un filo di burro, quindi "com decisione un piccolo mestodo di pastella"... quando sulla superficie cominciano a formarsi delle bollicicne, è il momento del superatletico gesto del cuoco: far girare il blini al volo... ancora pochissimo ed è pronto: e così avanti.
Vengono delle frittelle cicciottelle, morbide e consistenti come i lobi delle orecchie del Buddha
Lanchester li mangia con panna acida e caviale (o salmone): buonissime già con un velo di zucchero di canna.

[img]http://www.safdniepr.kiev.ua/reciepts/assets/blini.gif[/img]

Torna all'inizio della Pagina

m.c.
c.s. infuocato


159 Messaggi

Inserito il - 27/10/2003 :  18:22:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Per fare la panna acida, basta aggiungere un po' di succo di limone alla panna da cucina.
Molto simpatica l'idea delle ricette, in effetti proprio mentre ripensavo al nostro Manganelli, sentivo che le sue affascinanti vertigini sul nulla esigono delle belle mangiate, pena la depressione!Ciao e grazie della ricetta dei blini, la proverò M.c.
Torna all'inizio della Pagina

gas
Amministratore


599 Messaggi

Inserito il - 30/10/2003 :  08:26:19  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
TRASBORDO di STRUDEL

Strofinava la teglia e aspettava che qualcuno tornasse a casa per dare un senso al suo sfaccendare. Anche il calzone dello strudel aveva a esser regolare, e le sue estremità dovevano risultare ben piegate, lisce. Con la pancia nel grembiale a quadretti sorreggeva la teglia poggiata contro il bordo del tavolo, e con cautela, un vulcano di eccitazione, quasi fosse sollevata da una tensione interna, faceva scivolare lo strudel dalla tovaglia bianca alla spianatoia infarinata; poi, lo calava direttamente nella teglia lì pronta, a un canto, sul bordo del tavolo. Fu drammatico l'istante in cui il corpo molle di farina, animato da essenze di mela, uvetta e cannella, con un tonfo precipitò nella teglia. Lei tese i muscoli addominali, la punta della lingua fe' capolino tra i denti.

(Sylvie Richterova, Mistopis, topografia)
Torna all'inizio della Pagina

Alessandra
nuovo c.s.


5 Messaggi

Inserito il - 05/11/2003 :  20:44:37  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
aaaaahhh!mi avete fatto venire troppa fame!!!! siete gli scrittori più versatili, simpatici, ironici e ghiotti(solo dopo Amado xò!) che abbia mai LETTO!!
Buon Appetito!!
Torna all'inizio della Pagina

boboross
c.s. infuocato


397 Messaggi

Inserito il - 06/11/2003 :  16:14:56  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Eviterò, da ora in poi, di fare capolino su questo forum.
Sono a dieta perenne e non mi va di soffrire ancor più la fame di quanto già faccia.
Se poi vogliamo parlare di cibo e libro, non so perché, ma la prima cosa che mi viene in mente la descrizione della cena triumphans del Coommissario Barlach (o Garlach? Non ricordo dove ho messo il libro)nel "giudice e il suo boia" di F. Durrenmatt. L'immpressione di salute fisica e morale che fornisce al colpevole( che poi si suiciderà )ed al lettore è potentissima.
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 11/11/2003 :  23:48:50  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Dove sogliono le sogliole


[img]http://idc.vivereilmare.it/rubriche/cucina/grafica/sogliola.jpg[/img]


Sandro Viola sulla "Repubblica" di oggi recensisce - benissimo - l'ultimo libro di Geminello Alvi, "Ai padri perdòno". Il titolo della recensione è già culinario: "Zuppa di rape per l'insolito viaggiatore" (trattandosi di un libro molto "russo"...), giustificato anche dal fatto che sulla zuppa di rape c'è una citazione. - Soprattutto però Viola usa la seguente metafora per dirci quanto bene Alvi scriva:

"Il palato del lettore italiano è ormai così irruvidito, già quasi calloso, da quanto gli passano i libri di successo e i giornali, che dubito possa più gustare un cibo d'alta fattura e gran sapore. A chi mangia abitualmente hamburger o s'è adagiato nelle ribollite, si può forse consigliare la sogliola Wellington di "Prunier"?"

Ecco, a parte il fatto che non muoio all'idea della sogliola (per me meglio un'orata al vapore o una scarpena al forno con patate), qualcuno conosce questa stratosferica sogliola Wellington ecc. ecc. ecc.?
Torna all'inizio della Pagina

gas
Amministratore


599 Messaggi

Inserito il - 12/11/2003 :  08:56:18  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Effecì caro, anche tu con le anglitudini?
Ma non sai che s'han da porre tutte a negghienza! ahahahahahahahah
...e poi Gas è così "troppo" napole-ionico che mai e giammai s'appassionerebbe a cibi di stretta manipolazione brit, soprattutto, poi, se intitolati a quei putidi debellatori del Còrso... prendiamo la sogliola alla Wellington (ma non era quello delle calosce eponime? A tempo debito occorrerà trovare il modo di discettare friggere e dipanare i meriti suoi a Waterloo...) Ecco, prendiamo questa sogliola, che sarà mai? giusto l'ennesima varietà di bozzima sassone, altrimenti detto pastone internazionale... meglio, molto meglio un carapace al sapor di fornace, oppure un nero fumo coulis di crudità marine (anche se poi a me i granci drento non me li lasciano mai!)Vive l'Empereur!
Torna all'inizio della Pagina

brummell
c.s. alato


99 Messaggi

Inserito il - 12/11/2003 :  09:14:45  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Chiuchissimo Gas, enfant salope che non sei altro! quali fanfole rumini mai! La sogliola alla Wellington è tutto meno che brumosa ricetta inglese! Anzi, è giusto sorta di hommage Bourbon al Duchino very Well (sì, proprio quello dagli stivali lustri) che alleggerì quei crapuloni detronizzati del tiranno loro terrone; si tratta dunque di raffinatissimo ricettacolo di morbidezze capete, donde il Prunier, che è ben altro da pregnante allusione fruttifera, ma più semplicemente eco soave del folgoroso Tempio lutezio dedicato al Caviar...

[img]http://bruegel.pieter.free.fr/images/boutons/careme.jpg[/img]

(i filetti à la Wellington li prepara al cartoccio anche il baretto all'interno di Fauchon, Madeleine, Paris; credo invece Angelina, rue de Rivoli, o lo stesso Prunier, avenue Victor Hugo, li servano in maniera assai diversa... Bene: prendete dei filetti di sogliola, voltolateli su una spianata di farina e limone, metteli poi in forno, diciamo una ventina di minuti; poco prima di servirli in tavola -le nonne ve l'avranno insegnato- conservatene la crocchianza ripassandoli in padella con una salsa di pepe e vinagretta, ma attenzione, non più di due minuti...)
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 12/11/2003 :  20:51:14  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[img]http://www.redepapa.org/patataclave.jpg[/img]


Ah, grazie! …devo confessarti, Brummell carissimo, un mio doppio problema: il primo coi piatti guarniti con nomi da sepolcri foscoliani: Wellington, Bismarck, Chateaubriand… mi sembra sempre che stia per mangiare un pezzo di patria, e per affogarmi con una particola di pantheon… e poi… la sogliola! Che ha la pelle!… che s’è fatta trasmigrare un occhio dalla parte dell’altro!... cosa ne direbbe Jung? E dove sarà mai allora il terzo occhio della sogliola? Lo so, sono domande da sotterraneo adoratore di patate...
Torna all'inizio della Pagina

ALI
c.s. alato


101 Messaggi

Inserito il - 17/11/2003 :  19:39:36  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
flap, flap, eccomi qua tutta svolazzante con la ricetta della panna acida fresca fresca e or or trovata su "Cuochi si diventa" di Allan Bay.

... se ne avete bisogno, preparatela, avete ben tre possibilità. Sono palliativi, insoddisfacenti come tutti i palliativi, ma meglio di niente.

Emulsionate 2 dl di panna liquida con 2 cucchiai di succo filtrato di limone e 1 pizzichino di sale. Lasciatela per almeno 1 ora sopra un calorifero.


Emulsionate 1 dl di yougurt greco intero con 100 g di robiola

Emulsionate 1,5 dl di panna liquida con 60 g di mascarpone e 2 cucchiai di succo filtrato di limone.

Per la panna montata di Ali:
volare in alto in alto, più che si può, dopo essersi tuffati nel fiume delle luci lattiginose.
Più in alto, più in alto!
Quando si è arrivati alla sesta minore ascendente, dirigersi verso la Nuvola Obesa e scarabocchiare una dissonanza di gorgia, ma attenzione a non emettere troppi raggi, ché arriverebbe il Cozzo Maggiore a rubare un silenzio!
Con le alucce inferiori solleticate Obesa appena appena... lei vi ringrazierà donandovi un'aria.
Ora mescolate 2 o tre raggi con l' aria e 4 o 5 sciami di luce lattea, eseguite 5 piroette e buoni giochi!


[img]http://www.itismajorana.it/under18/immagini/nuvola.gif[/img]



Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 17/11/2003 :  23:06:26  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Magnificat!


[img]http://www.lemercerie.it/Foto/articoli/piccole/ab91.jpg[/img]


Ali, Alleluhia! per aver risolto dell'acida panna il mistero, Merci! ...delle tre versioni molto attira quella mascarpona, la più porca: a presto dunque deliberemo blini cicci di Alipanna... mangiucchiando alla salute del boboross caro, nell'orgia sfrenata dei magri golosi!...

Torna all'inizio della Pagina

orfano sannita
c.s. infuocato


308 Messaggi

Inserito il - 18/11/2003 :  20:17:37  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
aggiungo per Ali i miei ringraziamenti entusiasti!

[img]http://www.dibbuk.it/fumetti/images/martedigrasso.jpg[/img]

Torna all'inizio della Pagina

brummell
c.s. alato


99 Messaggi

Inserito il - 21/11/2003 :  17:23:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Noterella per Aldo Buzzi.

Così si preparano vari tipi di uova.
Prendile e falle bollire bene, schiaccia i rossi (et pista rubedinem) con prezzemolo, maggiorana e altre buone spezie; riempi il bianco con tale impasto. Prendi del burro (butirum), scioglilo in padella (calefac in patella) e mettici le uova così farcite. Poi prendi altre uova mescolate con agresto, vino, prezzemolo e zafferano, versale sopra le altre in padella. Falle cuocere assieme per un tot.
E sarà buono per i religiosi e per i monaci.

(dal Registro di cucina di Giovanni Bockenheym, dal 1417 cuciniere alemanno di Papa Martino V)
Torna all'inizio della Pagina

Polly Peachum
c.s. alato


99 Messaggi

Inserito il - 02/12/2003 :  09:09:58  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Decisamente, con i tempi che corrono, gli orticultori sono i soli e veri artisti.
La Figlia di Rappaccini, Nataniel Hawthorne

[img]http://www.carabinieri.it/editoria/carabiniere/2002/Ottobre/98img/67a.jpg[/img][img]http://www.spartacus.schoolnet.co.uk/JsackvilleV.jpg[/img]

...e infatti leggiucchiando qui e là certi Consigli e Istruzioni del giardiniere di Corte di Caterina La Grande sboccia subitissimo l'ammirazione incondizionata per questi insospettabili artefici del Bello... altro che Libereso e Calvino padre, qui -nella Russia che ha perduto il centro e si vuole europeizzare- siamo catapultati direttamente nel mondo delle cedraie rinascimentali e Robinson, Robinson dove va? ma è chiaro, torna in città! (Ippolito Pizzetti, nostro grande educatore)... pollinizzata come sono, ho una tale passione per il gardening e gli orticelli di guerra che finalmente colgo dagli scaffali un libro giusto, e per una volta non inglese (my beloved Vita Sackville-West, anche se pure George Sande Colette...), di quei manualetti che ti risolvono impraticamente tutti problemi di pollicini e pollicioni verdi...
sentite qui:

Come non far marcire le mele sugli alberi
Ungi l'albero solo con la bile presa dalle lucertole verdi

Come fare che le noci non abbiano nessun guscio
Prendi le noci migliori. Avvolgile nella carta cotone per non farle mangiare dalla formiche e piantale così nella buona terra. I Noci che da queste noci nasceranno daranno noci senza gusci. Con i mandorli si può fare lo stesso.

Come togliere all'aglio il suo odore cattivo
Pianta l'aglio nella terra. Scavalo quando la Luna calante va dietro l'orizzonte. E l'aglio perderà così il suo odore cattivo.

Come capire se al vino del Reno è stata aggiunta dell'acqua
Metti in questo vino delle mele e delle pere di bosco. Se galleggiano, il vino è puro; se cadono sul fondo, nel vino c'è dell'acqua. [...] Oppure versa del vino sospetto sulla calce. Se la calce si scioglie, significa che nel vino c'è dell'acqua.
Se al contrario la calce indurisce, significa che il vino è puro.
Torna all'inizio della Pagina

Polly Peachum
c.s. alato


99 Messaggi

Inserito il - 02/12/2003 :  14:27:27  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
sto qui che rimetto in ordine il ricettario di famiglia...
[img]http://www.getty.edu/art/collections/images/m/00077601.jpg[/img]
Qualcuno sa dirmi come si fanno gli gnocchi ai susini? (o le polpette di ciliegie, che poi siamo più o meno sempre lì...) Ne leggevo qualche tempo fa (e mi caramellavo dalla voglia) in una simpatica recensione palatal-gastronomica... E' ricetta furlana, o siamo già a Vienna?
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 4 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
© Torna all'inizio della Pagina
Generated in 0.09 sec. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03