Home | Profilo | Discussioni Attive | Utenti | Download | Cerca nel web | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Altre Muse
 CINEMA!
 viscontissimus
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore  Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 11

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 07/07/2004 :  10:49:00  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Lasciar essere


[img]http://www.rylant.org/images/don03.jpg[/img]


Anch'io amo "Bulli e Pupe", e Marlon che con vocina fessa e deliziosa canta a Jean Simmons "Your eyes are the eyes of a woman in love"!... non sarà il film più geniale di Mankiewicz (Eva contro Eva!), ma quanta grazia!

...e, soprattutto, una dote di M.B. straordinaria - per me - proprio negli ultimi filmetti da marchetta, kitschiosetti e imbarazzanti: la capacità sovrana di lasciare la scena all'altro. Quante prove di regale nonchalance! Come "lascia" per esempio lo spazio a Johnny Depp in "Don Juan de Marco specialista in amore"!... e come quel suo farsi di silenzio e d'ascolto ha grazia, e si sente e "accompagna"! ...più difficile di dieci scene madre!

...questo dalla "prima donna" che occupava tutto lo spazio nero di Apocalyps Now con la voce e il testone pelato, e nient'altro, facendo di un film immenso l'attesa di quel suo quarto d'ora di mortifera sapienza...

Torna all'inizio della Pagina

lorenzo
nuovo c.s.


8 Messaggi

Inserito il - 12/07/2004 :  15:23:00  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ben pochi sanno che pochi anni fa,
MARLON BRANDON aveva girato uno spot per la Telecom.
Era seduto lì, su una sedia e scrutava il panorama!
Io lo ricordo così, perchè io ho conosciuto la sua vecchiaia prima ancora di conoscere la sua giovinezza! E' morto un senatore del cinema, ma eterno sarà il mio ricordo nei suoi confronti! il padrino per eccelenza!

...


BUON RIPOSO da un giovane non colto, ma desideroso di imparare
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 17/07/2004 :  15:11:58  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sporcarsi


[img]http://www.col.it/poesie/disegni/scream1.jpg[/img]


Quando Munch finì il suo quadro più clamoroso, lo espose per un po’ di giorni sul balcone: perché vi si aggiungesse la patina scabra della pioggia, delle cacche degli insetti, della polvere e di quant’altro il cosmo avrebbe voluto lasciare di sé su quel piccolo rettangolo. Perché insomma si consumasse già prima di esistere, e avesse in sé quanto serve alla bellezza di tempo e corruzione.

Questo disfare il fatto, questo rifiuto al rifinire non è forse il gesto sovrano del grande artista?

[img]http://www.francis-bacon.cx/photo/instreet.jpg[/img]


Dall’altra parte, appunto, i rifinitori.
I miniaturisti compiaciuti dal pennello numero 0, gli stilisti della frase tornita e ritornita come poteva fare un rondista degli anni trenta, e i musicisti dai mille colori orchestrali, e poi i registi dalle immagini smaltate, i costumi inappuntabili, la ricostruzione da museo delle cere... l’artigiano chi si compiace di queste cosucce ha meno talento d’un topo.

Così, nel cinema, incomparabilmente più facile copiare le smaltature dei registi “maniacali” della messa in scena, che lo sporco di un “Taxi Driver” di Scorsese, o di “In the cut” della Campion, o di “Fargo” dei Coen, o di un noir di John Hoston, e così indietro...

[img]http://www.movieconnection.it/schede/giungla_asfalto.jpg[/img]


In certi sussulti di una cinepresa tenuta a spalla, in certe sgranature dei colori, in certi salti di montaggio, quanta più improvvisa bellezza che nel superfluido hollywoodiano (et similia)... lo stesso gesto regale di Francis Bacon che sporca e imbratta la tela appena "finita"...

[img]http://www.boxofficeprophets.com/tickermaster/images/inthecut.jpg[/img]


(Concetti simili li ho letti nelle recensioni ammirevoli di J. L. Borges, "Testi prigionieri").
Torna all'inizio della Pagina

lorenzo
nuovo c.s.


8 Messaggi

Inserito il - 18/07/2004 :  12:33:50  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Credo che per creare un film sporco bisogna innanzitutto saper fare un film perfetto nello stile hollywoodiano, perchè conoscere le regole ti permette di infrangerle.
Non metto in dubbio la belezza dei film che hai citato, ma la perfezione di un "a qualcuno piace caldo", o le immagini perfette in bianco e nero di "Shindler' list", tantissimi altri film mi fanno letteralmente venire davanti e dietro!
Ripeto la belezza di un film come quello della Campion non è paragonabile alla bellezza di alcuni film hollywoodiani perchè sono campi diversi; e sostengo anche che film come quelli della Campion sono film per pochi (come bertolucci nel caso italiano)!
Non mi stupisco se a qualcuno non piace qualche film perchè se non è così dovrebbe lasciar stare questo forum!


P.S. I film sporchi sono principalmente ideati a causa di due fattori:
uno di questo è il low budget, il secondo è la volontà del regista!
Torna all'inizio della Pagina

Zero
nuovo c.s.


2 Messaggi

Inserito il - 28/07/2004 :  14:28:24  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
L'ARTE NON E' DECORATIVA, O SI?

L'arte è decorazione e abbellimento? L'immagine artistica credo debba godere di un'immensa libertà, sotto tutti i suoi aspetti. L'arte non può essere abbellita o decorata. E' illuminazione pura! Rappresenta le molteplici tecniche per acquisire la libertà originaria.
Se quest'ultima è assente non può esservi creatività.
I Film "sporchi" sono creati essenzialmente dalla totale mancanza di rigidità nell'ego di chi li fa. Proiettano una visione interiore nel mondo che ne è privo.

I film belli sono quelli per pochi, la vera arte non ha pubblico già all'inizio del suo processo evolutivo. Già alla sua nascita.

Ole'!

I'm your lover, i'm your zero
Torna all'inizio della Pagina

topsy
c.s. alato


99 Messaggi

Inserito il - 29/07/2004 :  13:50:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Agenti Doppi


A due passi dal Teatro Argentina, non più di due giorni fa. Un uccellatore affabulante mi sussurra all'orecchio certo aforisma di Marziale, dedicato nientemeno che alle "responsabilità" del fine dicitore, ovverosia: se possa dirsi bello un verso perché bello in sé, o perché ben detto; anzi, no, mi correggo: se la gloria che ne consegue abbia a esser tributata al poeta, che 'l verso creò, o all'attore, che viver lo fe'...

[img]http://www.dariomazzoli.it/carmelo1.gif[/img]

Apro Tito Livio, Ab urbe condita, VII,2; mi si racconta delle pene di Livio Andronìco: aveva nientissima voce, epperò il cartellone gli imponeva un numero esageratissimo di repliche. Cosa escogitare? Semplice: nei periodi di afasia l'attore (da agìre: sfaccendare sulla scena) avrebbe mimato la rappresentazione sul palco, mentre, fuori campo, un altro attore (stavolta da àgere: perorare) avrebbe "doppiato" la scena... ah però!

... cincischiavo oziosamente tra queste fanfole, e ho pensato al ruolo dei nostri doppiatori, italiani intendo: quanto contibuiscano a rendere mitiche certe interpetazioni... Gloria Swanson, per esempio: un flauto seduttivo, sempre!, anche e soprattutto a schermo oscurato. Ma forse dovrei dire Lidia Simoneschi, che per anni le prestò quei morbidi glissando...

E Cary Grant? Una voce perfetta; quella di Gualtiero De Angelis, se possibile, tre volte più bella dell'autentica.
(Anche se... anche se in questo secondo caso il dubbio direi che non calza affatto; la sua presenza scenica, il semplice dettaglio del risvolto dei pantaloni ...quando Cary entrava in una stanza, non solo le donne si mettevano in posa, ma gli uomini si aggiustavano la cravatta... Steve Lawrence) ecco, quel suo esser-ci, così ironico e inappuntabile, valeva già l'intero film: inderogabilmente! ...e proprio per quanto c'è di vero nella battuta della Hepburn, in Sciarada, credo davanti all'ascensore dell'albergo: Cosa c'è di sbagliato in te? Niente.

"Everybody would like to be Cary Grant".
- "So would I."

Cary Grant

[img]http://carygrant.free.fr/images/photo1.jpg[/img]


(mi dicono che per la versione europea di Muraglie (1931) Stanlio e Ollio recitassero direttamente in italiano. Effecì, ne sai nulla?)
Torna all'inizio della Pagina

ospodar
c.s. acquatico


66 Messaggi

Inserito il - 30/07/2004 :  08:39:05  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
citazione:
Messaggio inserito da Zero

L'arte [...] E' illuminazione pura! Rappresenta le molteplici tecniche per acquisire la libertà originaria.
Se quest'ultima è assente non può esservi creatività.
Ole'!

...rispondo (rispondo?) con due tre righe di Blok; le trascrivo tali e quali, direttamente dal Fiore del Verso russo del sommo Poggioli (semper laudandus):

Come è penoso andar tra la gente
fingendo di non essere defunto
e raccontare a chi non ha vissuto
il giuoco falso e tragico del male;
e contemplando l’incubo notturno
scoprire un’armonia nel discordante
mulinello dell’essere, ché solo
nei riflessi dell’arte l’uomo vede
l’incendio senza scampo della vita
...

[img]http://www.frederieketaylorgallery.com/images/lon2.jpg[/img]
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 05/08/2004 :  10:01:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Il tempo giusto


[img]http://silentgents.com/Keaton/Keaton169.jpg[/img]


Forse è proprio vero che, da qualunque parte si cominci, se la strada è buona (o anche se è cattiva?), si arriva sempre alle stesse piccole dorate consapevolezze (e compostezze) che da un po' di anni spesso anche noi occidentali chiamiamo "zen".

[img]http://silentgents.com/Keaton/Keaton214.jpg[/img]


Buster Keaton ("Memorie a rotta di collo", Feltrinelli) racconta di aver girato una scena fantastica di inseguimento subacqueo in cui a un certo punto, correndo sul fondale, si ferma in una nuvolaglia di pesci e si mette a dirigerne il traffico. I pesci si mettono dopo un po' a rispettare i segni di quel vigile imprevedibile meglio degli automobolisti di New York e tutto nel mare si disciplina come mai prima. Dopo di che, B.K. abbandona l'ex-caos alla sua nuova armonia e riprende a scappare.

[img]http://silentgents.com/Keaton/Keaton212.jpg[/img]


La scena piaceva a tutti, al punto da sceglierla per il trailer del film... E anche lì, pareva tutto perfetto, perché la gente rideva e rideva già per quell'assaggio di un film che prometteva una cornucopia di risate.

Ma al film - B.K. andò spesso, sempre più stupefatto e pensieroso, a spiare il pubblico -, proprio per quella gag non rideva mai nessuno.
Perché? - Alla fine capì che l'errore era musicale: quella scena interrompeva un ritmo, sospendendo la suspance dell'inseguimento per qualche minuto tanto perfetto quanto stonato. E così, benché per tutta la vita pensò che fosse una delle cose migliori che avesse mai girato, tornò a montare il film e tagliò la gag.

[img]http://www.cia.edu/images/campuslife/cinematheque/marapr03/buster_keaton.jpg[/img]


Perché è sempre meglio, più musicale, non essere per niente, che essere al momento sbagliato.

Torna all'inizio della Pagina

gabrilu
c.s. alato


88 Messaggi

Inserito il - 05/08/2004 :  12:59:34  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
SAPER VEDERE


 [img]http://www.npr.org/programs/morning/features/2003/jul/cbresson/corbis/cbresson_ut0143043.jpg [/img]


"Je n'ai pas l'obsession de la photo. Je suis obsédé par ce que je vois, par la vie, par la réalité.
La photo, c'est pour moi la joie de regarder avec un outil qui enregistre immédiatement. Mais ce n'est qu'un outil."


Cartier Bresson, 1997

[img]http://www.artfifa.com/photo22/093.jpg [/img]


Un sito in cui si possono vedere molte sue splendide foto

[url]http://www.photology.com/bresson/ [/url]


gabrilu

P.S: propostina:... e se aprissimo in questa sezione "Altre Muse" uno spazio per la fotografia o sulle immagini in genere? In fondo, che si tratti di scrivere, di fotografare o dipingere o musicare, sempre di "leggere" e interpretare il mondo, si tratta...
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 06/08/2004 :  22:34:45  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[quote]Messaggio inserito da ospodar
...rispondo (rispondo?) con due tre righe di Blok; le trascrivo tali e quali, direttamente dal Fiore del Verso russo del sommo Poggioli (semper laudandus):


Purtroppo in quella poesia c'è una parola, nezhivshim, che può essere sia un dativo plurale che uno strumentale singolare. A giudicare da Danze Macabre, di due anni dopo, va data la preferenza al singolare. Per cui la poesia suona pressappoco così:

E' duro camminare fra la gente
E fare finta di non esser morto,
E raccontare il gioco travolgente
Delle passioni che non ho vissuto.

Scrutare dentro l'incubo notturno
E riordinare il caos dei sentimenti
Perché un barbaglio d'arte documenti
L'incendio disastroso della vita.


Su cosa accada poi, anche di questo barbaglio d'arte, c'è una lirica del vecchio Derzhavin, che è bene non leggere per non correre subito a bruciare tutti i libri.
Torna all'inizio della Pagina

gabrilu
c.s. alato


88 Messaggi

Inserito il - 20/08/2004 :  00:57:56  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

CAVOLFIORI D'AUTORE


[img]http://luna.typepad.com/weblog/images/thom.jpg[/img]


La morte del cinema, avvenuta ben prima del suo compiere cento anni, è tra tante una fine insignificante; direi che è perfino necessaria. Lasciamolo crepare nella bruttura. Non merita rimpianto: ha da un pezzo esaurito tutte le sue possibilità di dono poetico e di linguaggio figurativo.

(Guido Ceronetti, introduzione a "La gioia di vivere" di Emile Zola, Biblioteca Universale Rizzoli, 1994-2001, ISBN 88-17-16989-7, pag. 10)

[img]http://www.ciakmania.it/Rubriche/OllioStanlio/ImgOllio/Ollio01.jpg [/img]



gabrilu

Torna all'inizio della Pagina

Maskio
nuovo c.s.


1 Messaggi

Inserito il - 11/09/2004 :  16:33:21  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
GANGSTER e NOIR

<Non vi giudico. non l'ho mai fatto.
E'solo che non esistete più.
Ve ne siete andato da molto tempo.
Avete dei bei vestiti, e siete profumato ed elegante
come una sgualdrina da cinquanta dollari>.
]

Marlowe, in il lungo addio di Raymond Chandler


Lo scorso sabato ho avuto una discussione abbastanza animata riguardo all'impronta di Tarantino, che secondo il mio amico è orientata verso il lato Noir del cinema; io sorpreso da questa affermazione ho cercato di catturare l'essenza dei film Noir!
Cio che sono riuscito ad individuare è:
il Noir non è altro che un sottogruppo dei Gangster.
Prendiamo ad esempio giungla d'asfalto, tutto corrisponde come un Noir, ma perchè non può essere anche un Gangster?
Il Noir non è l'unico figlio del Gangster( vedi Tarantino con Kill Bill o nel 1997 con Ronin di Frankenheimer), ma il genere Chow Yun-fat creato dal mitico Kurosawa!
Questo secondogenito ((difficilissimo sapere chi dei due è nato prima)) del gangster-movie deriva dall'oriente Hongkonghese!
Dopotutto l'arte del samurai è un'arte antichissima in giappone, rimodellata da Tarantino con Kill Bill (e Pulp Fiction???), distorta in ronin creando un mito del Samurai solo legato alla bimba come se fosse il suo codice d'onore.
Qualsiasi film con: boss, gang, fuorilegge o la mala al 90% è un gangstermovie!!!


<Molti di questi neri, questi gangster, s'inventano
nomi del genere...E' vero.
Come i rappers...
Hanno tutti nomi del tipo Snoop Doggy Dog,
Ice Cube, Q-Tipp, Method Man.
A me piace Flava Flev, dei Public Enemy>

Jim Jarmusch, Ghost Dog
Torna all'inizio della Pagina

La Ciciarozzi
nuovo c.s.


9 Messaggi

Inserito il - 29/11/2004 :  18:42:11  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Big-olismi

[img]http://www.festivalroma.org/write/artisti/a_jemolo/Jemolo_2.jpg[/img]

Ma le avete seguite le sfacciatissime polemiche legate all'ultimo film di Michele Placido? A me quelle scialbone delle mie amiche hanno detto sia senz'altro da schifare; non ne dubitavo, l'avrei mancato lo stesso, soprattutto adesso, con tutto il da fare e il natale, che è già qui... Epperò un motivo valido per visionarlo sotto sotto pare ci sia, e risieda nientemeno che nell'interpretazione muscolosa dell'Accorsi. Ci credereste? Pare proprio sia così: dalle cronache gazzettiere, soprattutto dalle rubrichine cinefile, si scopre infatti che verso la fine del secondo tempo lo Stefanello è filmato in tenutina adamitica, disteso come un ermafrodito post-berniniano, però di pancia, talché ne scodinzola fuori - per di più in primo piano - un bigolone assai artistico, maxibon dei maxibon, sogno riposto d'ogni fimmina, e femminiello, iniziati all'antropometrica. che ne dite, urge corsa al primo cine prima che il rettile si scopra retrattile?

(perdonerete il mio cattivo gusto, oggi sono di un giù... ma a me torna in mente una sciocchezzuola di Apollinaire, sempre sul tema: Mio padre era un genio, con un maiale di 100Kg faceva 120 Kg di salsicce; il mio era molto più geniale, con un morceau di salsiccia di appena due etti e Mezzo, a dire tanto, ha fatto il maiale che sono.)
Torna all'inizio della Pagina

Dario
c.s. terrestre


33 Messaggi

Inserito il - 06/12/2004 :  15:46:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Ah , ecco dunque motivato l'annuncio di un "nuovo Rinascimento" del cinema italiano proclamato da Nanni Moretti ( Ma c'era già il cinema nel Rinascimento ? Forse si , in certo Ghirlandaio ... E comuque peccato che Moretti si sia dato al cinema invece che alla politica ... )
Ed ecco il nostro placido Michele , redivivo Michelangelo , a rimpolparci lo sguardo di gagliarde nudità virili da sostituire - nella memoria collettiva , o nel color locale ... - alle gloriose vergogne candide del David marmoreo - e tutti preoccupati che il recente restauro a base di acqua distillata le avesse guastate , lasciandole cader rovinosamente a terra , a rotolare ... magari sotto gli occhi stralunati di tutti quei turisti internazionali che si accalcano , rigorosamente in fila , a contemplar , ruminatio e meditatio incluse , l'eroica nudità maschia scolpita in un erculeo pube ...
Torna all'inizio della Pagina

m.c.
c.s. infuocato


159 Messaggi

Inserito il - 04/01/2005 :  22:28:59  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
salve, buon anno a tutti!

Ho visto recentemente "Mulholland drive" è bellissimo, ma... non ci ho capito niente!
Qualcuno può offrirmi qualche lume? Grazie e un caro saluto a tutti i partecipanti al forum.
ciao. m.c.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 11  Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
© Torna all'inizio della Pagina
Generated in 0.16 sec. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03