Home | Profilo | Discussioni Attive | Utenti | Download | Cerca nel web | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 letture, scritture
 Le ripitture dello humour
 Lo humour come terapia?
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore  Discussione 
Pagina: di 4

Macheath
c.s. alato


94 Messaggi

Inserito il - 16/02/2006 :  18:37:43  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Mangez sur l'herbe, dépêchez-vous,
un jour ou l'autre l'herbe mangera sur vous (Prévert)

[img]http://www.peterfetterman.com/New/oneadmin/_files/photogallery/t_ae_drummajor.jpg[/img]


Ma val la pena di osservare che il blocco di granito su cui era stata scolpita [l'iscrizione] pesava quasi cinque tonnellate ed era stato messo colà nell'intento, se pur non consapevole, d'impedire a nonno Comstock di venir fuori di là sotto. Se volete sapere cosa pensino esattamente di un morto i suoi parenti, potrà essere un discreto banco di prova il peso della sua pietra tombale.

cap. III - Fiorirà l'aspidistra di George Orwell
Torna all'inizio della Pagina

ospodar
c.s. acquatico


66 Messaggi

Inserito il - 18/02/2006 :  16:49:33  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Guida al pensiero comodo

Politicamente scorretto. Aggiornarsi, ora va di moda. Non c'è niente di più corretto del politicamente scorretto.

[img]http://cache.corbis.com/CorbisImage/170/11/36/74/11367497/RU001279.jpg[/img]

Liberali. Lo sono tutti ormai. Tranne gli altri.

[img]http://cache.corbis.com/CorbisImage/170/13/99/45/13994514/AADH001006.jpg[/img]


Sadomasochismo, bondage, fetish (etc). A chi li attacca chiedere polemicamente una definizione della normalità.

[img]http://cache.corbis.com/CorbisImage/170/11/36/75/11367507/RU001289.jpg[/img]

Normalità. Ricordarsi che non esiste.

(copyright Edoardo Camurri)
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 18/02/2006 :  18:13:40  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Anche codesta è una norma. dunque esiste. normale è chi è adeguato a una regola che si adegua a chi non lo è. uno sempre in ritardo, insomma.
Torna all'inizio della Pagina

Verbosa
c.s. alato


98 Messaggi

Inserito il - 06/03/2006 :  15:17:09  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
altro che Primavera di Cosroe!

[img]http://www.ibiblio.org/wm/paint/auth/vermeer/love-letter/forlom-slippers.jpg[/img]

La mia visita successiva a Cranford avvenne d'estate.[...] Il più grande avvenimento era stato l'acquisto da parte delle signorine Jenkyns d'un tappeto nuovo per il salone. Oh che gran daffare avevamo la Signorina Matty e io a dar la caccia ai raggi di sole quando al pomeriggio cadevano proprio sul tappeto dalla finestra senza imposte! Stendevamo dei giornali sulle chiazze di sole e ci sedevamo a leggere o a lavorare; ma ecco! in un quarto d'ora il sole si era mosso, e fiammeggiava su un altro punto; allora di nuovo in ginocchio a trasportare i giornali! Ci fu un gran lavoro, poi, per un intera mattinata, prima del ricevimento della signorina Jenkyns: tutti a eseguire i suoi ordini: tagliare e cucire assieme pezzi di giornali per fare dei sentierini in direzione d'ogni sedia delle visitatrici attese... per timore che le loro scarpe potessero insudiciare la purezza immacolata del tappeto... Forse non avete anche voi a Londra l'abitudine di fabbricare sentierini di carta per la deambulazione dei vostri ospiti?

Cranford - Elisabeth Gaskell - cap. II

per chi voglia ridere integralmente in inglese:
http://www.lang.nagoya-u.ac.jp/~matsuoka/Gaskell.html


per chi voglia sapere, di là delle figure del tappeto di Henry Maria James, cos'è la primavera di Cosroe, legga La Cueva de Alì Baba di Ana Briongos
http://www.ana-briongos.net/catalo-es.htm
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 17/05/2006 :  00:39:27  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Malthusiana

[img]http://westbynorthwest.org/summerlate00/bkelly.traffic.jam.gif.JPG[/img]


Capita di pensare cose così: prendi per esempio il primo Quattrocento in Italia, in apparenza un tempo di mezzo schiacciato, da una parte, dall'incredibilie passato delle "tre corone" e, dall'altra, dal vicinissimo Rinascimento degli inarrivabili Michelangelo Ariosto Machiavelli, Leonardo, ecc... a quel tempo c'erano Bruni, Bracciolini, il genialissimo Valla, e Piccolomini, e presto il perfettissimo Alberti... si costruivano città tutt'ora incantevoli, la prosa era perfetta, le élites erano cosmopolite... un'Italia forse di setto-otto milioni di uomini e così intelligente.

[img]http://www.archividelnovecento.it/Foto_republic/FOLLA%20copia.jpg[/img]


Allora sospetto una legge, che si potrebbe chiamare del Quantum d'intelligenza: e che cioè a ogni popolo sia data una quota fissa di genio e talento, le cui frazioni individuali diventano inesorabilmente più piccole man mano che la popolazione cresce. Fosse così, il risultato però sarebbe tutt'altro che costante, perché una pletora di cretini non fa più un'intelligenza. Genera invece un surplus di cretineria che potremmo chiamare - per esempio - Spirito del Tempo.

E' infatti di per sé evidente che solo la cretinaggine è addizionabile. Chissà perché: entropia?

Precipito allora (a questo punto è inevitabile) nell'allargamento della legge dalla minima Italia alla Specie dell'homo sapiens-sapiens tutt'intera: perché la Specie, nello spazio vertiginoso di un secolo virgola qualcosa, è corsa da un miliardo a dieci miliardi di esemplari viventi (dicono meno, ma perché si vergognano), e... non riesco neppure a chiudere la frase.

[img]http://www.kahaku.go.jp/special/past/spole/gif/penguins.jpg[/img]


Sarà allora il problema filosofico, o anche solo di decenza, o tutt'e due, del prossimo millennio, come non essere troppo deficienti in un pianeta abitato da decine di miliardi di uomini? E, se anche fosse, dati i quaranta miliardi, a che servirebbe?
Torna all'inizio della Pagina

Macheath
c.s. alato


94 Messaggi

Inserito il - 19/05/2006 :  08:27:14  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[img]http://www.raidue.rai.it/Static/immagine/92/palcoscenico1903.jpg[/img]

Forse anche Geppetto
sapeva l'inglese.
comunque,
lo si può leggere anche così:
the wood is the would.

Frisbees - Giulia Niccolai - 1994
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 03/06/2006 :  13:46:26  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Verginità

[img]http://zyke.hautetfort.com/images/medium_groucho.jpg[/img]


"E' merce che si deteriora se lasciata in magazzino; più si conserva meno vale. Datela via finch'è vendibile, venite incontro alla domanda."
(W. SHAKESPEARE, Tutt'è bene quel che finisce bene)
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 04/06/2006 :  14:18:27  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Bianco/Nero

[img]http://www.filmfestival.gr/tributes/2000-2001/bunuel/films/skoteino.jpg[/img]


"Sotto il vestito era nuda come sempre? Un altro uomo aveva forse visto le sue cosce che emergevano a poco a poco dalla seta nera, le cosce bianchissime, il ventre morbido, il seno un po' sfiorito?"
(G. SIMENON, Colpo di luna)
Torna all'inizio della Pagina

Verbosa
c.s. alato


98 Messaggi

Inserito il - 06/06/2006 :  13:52:40  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
filolozia

[img]http://www.mescalina.it/arte/riflessioni/foto/miart/3_miart_SavilleJenny400.jpg[/img]


Mi volevano bene. Mi rimpinzavano di cibi. E mentre io ci soffrivo che Baistrocchi mi chiamasse "bombolo", loro erano felici di avere un nipote (sia pure acquisito) così bello grasso. Mi cucivano, con le loro mani, certi calzoncini corti corti, da cui venivano furoi due coscettone che, d'inverno, con la tramontana e il freddo, si marezzavano e sembravano due mortadelle. In tram la gente mi guardava e loro, tutte gloriose, dandomi delle manate sulla ciccia, annunciavano soddisfatte ai presenti: "bello eh? Tutta ghianda" proprio come i pizzicaroli di Norcia quando vantano i loro porcellini ben nutriti e ingrassati con roba buona e genuina. Ero un nipote ruspante.

Sette zie - marcello marchesi - capitolo 11
Torna all'inizio della Pagina

Macheath
c.s. alato


94 Messaggi

Inserito il - 12/06/2006 :  14:45:30  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
die grosse Stille

[img]http://www.altstadtkinos.de/Bilder/Stille_17.jpg[/img] [img]http://dusan.satori.sk/i/pix/lacan.jpg[/img]


ospedale, urgenza, il giorno dopo l'operazione, alle quattro bussano alla porta.

"apparve allora sulla soglia un enorme vaso di fiori, una roba immensa dovrei dire ... e dietro, piccolino, mio padre con la vaschetta tenuta in mano come il santo sacramento. Una folle voglia di ridere. Ci scambiammo le classiche formule d'uso tra malato e visitatore, poi mio padre si inginocchiò ai piedi del letto e rimase a lungo in quella posizione, poco credibile per un non credente. allora, mentre se ne stava lì immobile, raccolto, gli occhi chiusi, mi venne di pensare, sempe ridendo dentro: eccolo, si prepara per il seminario... "

sybille lacan - un père, puzzle.
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 29/06/2006 :  10:58:23  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Obblighi disarcionati

[img]http://www.kunstmeranoarte.com/images/projects/05_manray/77.jpg[/img]

"Da quando i generali non muoiono più a cavallo
i pittori non sono obbligati a morire al cavalletto."
(M. Duchamp)
Torna all'inizio della Pagina

topsy
c.s. alato


99 Messaggi

Inserito il - 22/07/2006 :  09:29:20  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
gemiti


[img]http://www.zene.net/pictures/fooldal/beatles_help_020_1127.jpg[/img]


Era la fine di giugno, il tempo era perfetto e il mare tranquillo. Potemmo sederci fuori... L'uso voleva che una volta seduti i passeggeri lasciassero i loro posti solo per sbarcare. All'occorrenza giravano la testa e vomitavano sul pavimento, rumorosamente allegramente. Tra i passeggeri abituali c'era quasi sempre una gara: "ahi come sono stato male oggi" implicava una superiorità sulla persona meno delicata. La pastasciutta scorreva a fiumi. Gli uomini dell'equipaggio si davano da fare con secchi di sabbia e una straordinaria buona volontà. I passeggeri che non stavano troppo male succhiavano giganteschi limoni e gemevano. Come avranno fatto gli italiani ad avere una Marina..."

Wystan e Chester - Thekla Clark
Torna all'inizio della Pagina

Macheath
c.s. alato


94 Messaggi

Inserito il - 07/09/2006 :  20:22:31  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
sentite qui: non vi sembra vagamente l'andamento narrativo di quel pinguino scaltro e sottile che è Manganelli?

[img]http://cache.corbis.com/CorbisImage/170/15/29/30/15293003/42-15293003.jpg[/img]


...se si eccettuano queste cose spiacevoli, la nostra vita era come quella di tutti. andavamo al cinema; vedevamo i parenti; andavamo a far visita a certe coppie sposate e le ricevevamo in casa, nel tinello; di alcune condividevamo l'auto in escursioni moderate; non ignoravamo i ristoranti, la merenda al parco, le parate. Spesso, come tutti, ridevamo. Come tutti avevamo un televisore; anche se come ben pochi, eravamo discreti nell'usarlo.

(antonio di benedetto - l'uomo del silenzio -rizzoli 2006)


Torna all'inizio della Pagina

Macheath
c.s. alato


94 Messaggi

Inserito il - 24/09/2006 :  17:11:18  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[img]http://homepage2.nifty.com/yamamoto-masao/work/photo_2/2006/1175.jpg[/img]
(foto di yamamoto masao)

...certo il romanzo racconta una storia. è l'aspetto basilare senza il quale non potrebbe esistere. In quanto storia può avere solo un merito: far sì che il pubblico desideri sapere cosa succede dopo. per contro, può avere solo un difetto: far sì che il pubblico non desideri sapere cosa succede dopo.

Aspetti del Romanzo - E. M. Forster

(leggiucchiando qui e lì nell'attesa del ritorno di Carlo Fruttero... http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cultura/200608articoli/9609girata.asp )
Torna all'inizio della Pagina

campi giovanni
c.s. oltre


861 Messaggi

Inserito il - 07/11/2006 :  16:23:02  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
"Io provo uno scarso interesse per il romanzo in genere - inteso come protratta narrazione di eventi o situazioni verosimili - e talora un sentimento più prossimo alla ripugnanza che al semplice fastidio; ho l'impressione che oggi codesto genere sia caduto in tanta irreparabile fatiscenza che il problema è solo quello dello sgombero delle macerie, non del loro riattamento a condizioni abitabili..." "Persuaso di avere delle idee, e che il romanzo sia mezzo atto a esprimerle, lo scrittore ha perso il candido cinismo, in primo luogo il cinismo verso se medesimo. Ha scelto di balbettare delle verità, mentre era suo compito di declamare delle fluenti menzogne, anzi d'esaltare il vero a menzogna..." Giorgio Manganelli

Campi Giovanni
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 4  Discussione   
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
© Torna all'inizio della Pagina
Generated in 0.3 sec. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03