Home | Profilo | Discussioni Attive | Utenti | Download | Cerca nel web | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 Altre Muse
 PSYCO-ANALYSIS
 riassunto (dal forum su "cinema")
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore  Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 21

orfano sannita
c.s. infuocato


308 Messaggi

Inserito il - 10/03/2007 :  09:32:27  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
davvero?

[img]http://cpl.org/images/oscars/1933_m.jpg[/img]


"Nella seconda metà dell'esistenza rimane vivo soltanto chi, con la vita, vuole morire. Perché ciò che accade nell'ora segreta del mezzogiorno della vita è l'inversione della parabola, è la nascita della morte."
(C. G. Jung, Anima e morte, 1934)
Torna all'inizio della Pagina

fiornando
c.s. oltre


573 Messaggi

Inserito il - 11/03/2007 :  08:35:25  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
e certo che sì. vabbè, il mezzogiorno, il mezzo del cammin si sta spostando: dai trenta di dante ai quaranta di dostoevskij-heidegger ai cinquanta dell'ultimo roth, ma una capatina agl'inferi è bene comunque darla. poi scopi e dipingi e scrivi anche con più gusto.
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 11/03/2007 :  21:29:29  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
[img]http://www.lorigordon.com/blog/beuys.jpg[/img]


Citazione:

con più gusto


D'accordo sul gusto. La frase di Jung osa molto: "rimane vivo solo chi...vuole morire". Dunque, chi non vuole morire muore prima... C'è qualcosa di stranamente vero, no? - Me ne viene in mente una più dura, ma forse più teutonicamente drastica di Junger. Più o meno: "nessuno muore senza aver compiuto la sua [non ricordo il termine esatto... qualcosa come:] missione vitale"... Come se l'idea, la sensazione, della propria entelechia pretenda proprio la cosa che per esempio Valéry non avrebbe accettato mai: che nella vita si fa sempre a tempo a finirsi.
Torna all'inizio della Pagina

n/a
deleted


402 Messaggi

Inserito il - 12/03/2007 :  16:37:00  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Qui n'a pas l'esprit de son age
de son age a tout le malheur(Voltaire)
Torna all'inizio della Pagina

TRILLI
c.s. alato


95 Messaggi

Inserito il - 14/03/2007 :  17:32:55  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da fiornando

ma una capatina agl'inferi è bene comunque darla. poi scopi e dipingi e scrivi ....



Che veduta ottimistica pensare di arrivare al mezzo del cammin per cominciare la discesa...
Scuole di pensiero: per ogni giorno della ns vita che passa un pezzettino di noi se ne muore assieme, ma siccome occupati ad occuparci, non ne prendiamo atto.
E se soltanto si riuscisse a focalizzare questo ogni volta che si litiga, che si ama, che si tradisce qlc, guadagneremmo qualità della vita.
Cosa cantava quel tizio?...Besame, besame mucho, como si fue esta vez la ultima vez...
Devastante.





...è sempre un piacere.
Torna all'inizio della Pagina

campi giovanni
c.s. oltre


861 Messaggi

Inserito il - 02/04/2007 :  13:36:56  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

dai corsi e ricorsi alle corse e rincorse



"Morte: In conclusione io ti credo che mi sii sorella e, se tu vuoi,
l'ho per più certo della morte, senza che tu me ne cavi la fede del
parrocchiano. Ma stando così ferma, io svengo; e però, se ti dà l'a-
nimo di corrermi allato, fa di non vi crepare, perch'io fuggo assai,
e correndo mi potrai dire il tuo bisogno; se no, a contemplazione
della parentela, ti prometto, quando io muoia, di lasciarti tutta la
mia roba, e rimanti col buon anno.
Moda: Se noi avessimo a correre insieme il palio, non so chi delle
due vincesse la prova, perché se tu corri, io vo meglio che di ga-
loppo; e a stare in un luogo, se tu ne svieni, io me ne struggo. Sic-
ché ripigliamo a correre, e correndo, come tu dici, parleremo dei
casi nostri.
Morte: Sia con buon'ora."
(G. Leopardi, Dialogo della moda e della morte)


Campi Giovanni
Torna all'inizio della Pagina

orfano sannita
c.s. infuocato


308 Messaggi

Inserito il - 21/04/2007 :  11:44:27  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
per speculum

[img]http://www.regione.piemonte.it/appuntam/mostre/archivio/im/borghesia.gif[/img]


"Gli specchj come ognun sa erano proibiti nei chiostri come i lumi nelle polveriere, e Geltrude nei primi tempi non osava ancora, come fece in appresso, conculcare tutte le regole; ma la infelice scaltrita aveva fatta porre dietro ad un quadretto ch'ella teneva appeso nella sua camera una lastra di latta levigatissima, e a quella si consultava segretamente."
(A. Manzoni, Fermo e Lucia)
Torna all'inizio della Pagina

campi giovanni
c.s. oltre


861 Messaggi

Inserito il - 22/04/2007 :  11:36:03  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
matematiche speculative


[img]http://img142.imageshack.us/img142/4176/pistolettodivisioneemolri4.jpg[/img]


Campi Giovanni
Torna all'inizio della Pagina

campi giovanni
c.s. oltre


861 Messaggi

Inserito il - 22/04/2007 :  12:05:43  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

speculum humanae imperfectionis


[img]http://img152.imageshack.us/img152/4572/kleeaddl7.jpg[/img]


Campi Giovanni
Torna all'inizio della Pagina

campi giovanni
c.s. oltre


861 Messaggi

Inserito il - 22/04/2007 :  12:35:30  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

geometriche speculari


[img]http://img254.imageshack.us/img254/2481/pistolettodivisioneemolzl6.jpg[/img]


Campi Giovanni
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 22/04/2007 :  15:52:13  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
speculazioni delle mie brame

[img]http://tn3-2.deviantart.com/fs8/300W/i/2005/365/5/3/specchio_by_signora_ironia.jpg[/img]


La metafora qui ha seguito la lettera: quando gli specchi erano di rame o di stagno, lo specchio valeva una visione nebulosa. Vedi il bellissimo e celebre "adesso noi vediamo come in uno specchio, in maniera confusa...”, (San Paolo, I Lettera ai Corinti, XIII, 12). In Dante lo specchio, se non ricordo troppo male, serve solo o quasi per similitudini nel Paradiso. Ci sarà un pezzo anche nel numero sempre venturo del c.s. sugli Amleti sugli specchi, che iniziano a essere di vetro, preziosi e piccolissimi, perché in Shakespeare a un certo punto appaiono. Ma anche allora sarebbe stato inconcepibile dire una donna, o un uomo, "di specchiata virtù".

Se lo specchio si fa troppo preciso e fedele, facile l'angoscia che il riflesso di colui che si riflette non sia una platonica copia ma un doppio: "il terrore del raddoppiamento di tutta la molteplicità del reale si impossessava di me (...) mi bastava dare un’occhiata nei grandi specchi" (J. L. Borges, Gli specchi velati).

Essendo da sempre la scrittura uno specchio, non ha fine lo specchiarsi l'una nell'altro. Poiché solo delle donne è lo specchio, la scrittura che indugia a riflettere e speculare sullo specchio senza perdersi è femminile. O è femminile o si perde, indifferentemente se al di qua o al di là dello specchio: speculum è amico sia di specola (luogo di astronomica osservazione) che di speco (antro, grotta...). Ma, il maschile, senza mai restare, con leggerezza e crudeltà, a sostenere e a odiare lo specchio. A scrutarsi, incanto e ferocia, nello specchio.
Torna all'inizio della Pagina

orfano sannita
c.s. infuocato


308 Messaggi

Inserito il - 23/04/2007 :  11:44:11  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
specchi assassini

[img]http://www.informatissimafotografia.it/ImmaginiMostre/3187.jpg[/img]

Amleto - Vieni, vieni qui e siediti. Non ti muoverai.
Non te ne andrai finché non ti avrò messo
davanti a uno specchio dove potrai vedere
la parte più segreta di te stessa.
Regina - Cosa vuoi fare? Non vorrai uccidermi?
(Amleto, Atto III, sc. 4)
Torna all'inizio della Pagina

campi giovanni
c.s. oltre


861 Messaggi

Inserito il - 23/04/2007 :  13:10:57  Mostra Profilo  Rispondi Quotando

concordanze

"e per leccar lo specchio di Narcisso [I, 30, 128]
fossero in compagnia di quello specchio [II, 4, 62]
Come quando da l'acqua o da lo specchio [II, 15, 16]
e come specchio l'uno all'altro rende. [II, 15, 75]
guizza dentro allo specchio vostra image, [II, 25, 26]
Per piacermi a lo specchio, qui m'addorno [II, 27, 103]
s'io riguardava in lei, come specchio anco [II, 29, 69]
Come in lo specchio il sol, non altrimenti [II, 31, 121]
di cuoio e d'osso, e venir da lo specchio [III, 15, 113]
quale a raggio di sole specchio d'oro [III, 17, 123]
quello specchio beato, e io gustava [III, 18, 2]
la divina giustizia fa suo specchio [III, 19, 29]
che 'n questo specchio ti sarà parvente [III, 21, 18]
come in lo specchio fiamma di doppiero [III, 28, 4]
Tre specchi prenderai; e i due rimovi [III, 2, 97]
ti stea un lume che i tre specchi accenda [III, 2, 101]
Sù sono specchi, voi dicete Troni [III, 9, 61]
e fa di quelli specchi a la figura [III, 21, 17]"

(Concordanza della Commedia di Dante Alighieri)


Campi Giovanni
Torna all'inizio della Pagina

campi giovanni
c.s. oltre


861 Messaggi

Inserito il - 23/04/2007 :  17:41:16  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
discordanze




speculo imaginario


premessa

speculando per specchi trovo corde
tese e sottese come precordiali
ricordi di cordoni ombelicali
il nodo stretto e costretto discorde

dono di vita di morte diventa
o di morte in vece di vita dono
concorde il nodo s'inventa perdono
e l'imaginario l'imago tenta


(continua)



alcuni speculetti qui:

http://www.edizionidif.it/scriptrchives/000360.html




Campi Giovanni

Modificato da - campi giovanni in data 14/09/2010 22:11:55
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 24/04/2007 :  11:07:48  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
senza specchi

[img]http://www.filmsite.org/filmfotos/ladyf2.jpg[/img]


Appunto: in Dante specchio all'Inferno lo trovi una sola volta e per Narciso. Se poi vai a vedere il provenzalismo prezioso speglio, trovi quattro casi, tutti in Paradiso e tutti in rima. A Dante, a differenza che a noi, non interessa lo specchio vero, portatore di incanti e di inganni (che trovi almeno descritto nel Convivio), ma lo specchio figura della luce e dei suoi tragitti fulminei, tanto da identificarsi con Dio stesso. Noi voliamo più basso e frequentiamo specchi più carnosi perfidi e introflessi. Labirinti, non ascensioni. Senza specchi non esisteremmo: non saremmo niente. Di per sé non sarebbe un male. Resta il fatto che l'inferno non ha specchi, se non di ghiaccio.
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 21  Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
© Torna all'inizio della Pagina
Generated in 0.12 sec. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03