Home | Profilo | Discussioni Attive | Utenti | Download | Cerca nel web | Cerca | FAQ
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 letture, scritture
 pensieri del tè (caffè, karkadè, camomilla...)
 proviamo?
 Nuova Discussione  Rispondi
Pagina Precedente
Autore  Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 28

boboross
c.s. infuocato


397 Messaggi

Inserito il - 19/05/2010 :  20:27:24  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Un vero horror, f.c., questo futuro, secondo la definizione che ne riporti.Se infatti esso è il rilancio di un passato finora latente, vai a sapere che cosa è latente. Niente di buono, temo.
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 20/05/2010 :  15:52:26  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Tutto resta latente, essendo tutto incompiuto. Sia il bene che il male.
Torna all'inizio della Pagina

boboross
c.s. infuocato


397 Messaggi

Inserito il - 24/05/2010 :  21:57:27  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
<< Se i pomeriggi domenicali si protraessero per mesi dove andrebbe a finire l'umanità, emancipata dal sudore, libera dal peso della prima maledizione ?>>
Cioran, Sommario di decomposizione.

Più sotto , Cioran prevede il dominio del crimine come effetto di questa protrazione. Preoccupati da ciò, abbiamo ovviato all'horror vacui domenicale.Ora è tutto un florilegio di aperture straordinarie, che occupano i pomeriggi di coloro che vi devono sovra intendere e di chi deve consumare: il PIL langue, you know...
Sicché al delitto si è sostituita l'ansia di consumare, la quale tuttavia non è esente da colpe nel provocare altri crimini, in una commistione inestricabile...

Modificato da - boboross in data 24/05/2010 21:58:13
Torna all'inizio della Pagina

boboross
c.s. infuocato


397 Messaggi

Inserito il - 04/06/2010 :  23:37:47  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Sugli scacchi:
<< è il gioco più bello, e fra tutti quello che esige maggiore intelligenza: il caso non vi ha nessuna parte importante; un giocatore biasima l'altro, lo ringrazia dei suoi avvertimenti, e ciascuno ha in mente la vittoria.Corbinelli vuol persuadermi che riuscirò a giocarci: trova che ho dei felici intuiti, ma io invece non vedo quello che succederà dopo tre o quattro mosse.>>

M.me de Sévigné.

Sull'esigenza di maggiore intelligenza, E.A.Poe aveva idee diverse: cfr. ciò che fa dire ad Auguste Dupin, credo nei <<Delitti della Rue Morgue >>.

Torna all'inizio della Pagina

boboross
c.s. infuocato


397 Messaggi

Inserito il - 26/06/2010 :  11:18:19  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
<< Il perfetto valore consiste nel fare senza testimoni ciò che si sarebbe capaci di fare in cospetto alla gente. >>
Il duca di Larochefoucauld
Facile a dirsi, ma il mondo è fatto di Narcisi. Lo era lo medesimo duca, in fondo.
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 28/06/2010 :  18:46:20  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Temo, caro bobo, che ormai si faccia tranquillamente davanti a testimoni ciò che una volta si faceva con molta cura solo in privato.
Torna all'inizio della Pagina

boboross
c.s. infuocato


397 Messaggi

Inserito il - 29/08/2010 :  11:05:18  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
<< E di che ? >> mormorò Doberdò prima di chiudere gli occhi, placato finalmente, e mormorò altre parole, che l'autista non afferrò, prima di udire: <<...perché l'importante è non sentirsi soli come un cane...l'importante è farcela a non sentirsi soli...>>
Doberdò vide la Califfa, pronunciando queste parole, prima di non vedere più nulla: la Califfa così come l'aveva lasciata , in cima alla scala, la Califfa che gli sorrideva, la mano sulla ringhiera.
L'autsta pensò che Doberdò era un uomo degno, molto più di quanto la gente dicesse, e gli volle bene, , in quel momento,mentre l'automobile si lasciava dietro la campagna, nel polverone fiacco che si alzava tra le siepi nude, verso la città.
Davanti a palazzo Doberdò, l'autista spalncò la portiera:
<< Commendatore...>> disse << commendatore! ... >> etoccò Doberdò sulla spalla per svegliarlo. Ma quella grande testa da cardinale non si mosse: rimase rovesciata sul velluto, a bocca aperta. E solo la mano ingioiellata scivolò lungo lo schienale, per battere inerte, senza più vita, sul fianco...

Alberto Bevilacqua, La Califfa.

Ma quanta nostra buona letteratura - talvolta grande - abbiamo ignorato ( e forse più che ignorato ) per arrivare a sentir definire oggi grande ciò che è infinitamente piccolo ?
Torna all'inizio della Pagina

boboross
c.s. infuocato


397 Messaggi

Inserito il - 18/09/2010 :  18:56:36  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
<<...Così ls mia curiosità fa sì che io mi rallegri in qualche modo di veder coi miei occhi questo notevole spettacolo della nostra morte civile , i suoi sintomi e la sua forma, i suoi sintomi e la sua forma. E poiché non posso ritardarla, sono contento di esser destinato ad assistervi e a trarne insegnamento...

Michel de Montaigne
Torna all'inizio della Pagina

boboross
c.s. infuocato


397 Messaggi

Inserito il - 04/02/2011 :  00:04:27  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
<<...In verità, come vedo ora con mia grande gioia, ho sbagliato sul vostro conto, ma già si incespica anche su una strada liscia e tale è il destino umano: se non si sbaglia nell'essenziale, si sbaglierà nei particolari. Nessuno conosce la verità vera.
- Si nessuno conosce la verità...- disse Laievski >>
A. Cechov, Il duello.

Ho frequentato poco Cechov, ma nei suoi racconti ho trovato sempre una trattenuta commozione e una veritiera pietà nei confronti degli umani.
Il tono triste di molti di essi è pieno di un sentimento fraterno nei confronti del proprio simile.
Leggendo Cechov, mi viene sempre in mente che a meno di venti anni dalla sua morte, per uno scherzo della storia, una genià si sarebbe impadronita della Russia per farne il laboratorio di un esperimento sociale che avrebbe esasperato la malignità e la cattiveria del nostro genere e che avrebbe trattato gli uomini come materiali da costruzione o di risulta o come vera spazzatura.
Torna all'inizio della Pagina

boboross
c.s. infuocato


397 Messaggi

Inserito il - 28/05/2011 :  19:44:34  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
Pochi sanno essere vecchi.
F.d.L.
Vero ora come allora. Con una piccola, ma non irrilevante variante: in questo tempo non sappiamo esserlo ché pretendiamo di non esserlo.
Torna all'inizio della Pagina

f.c.
c.s. oltre


1642 Messaggi

Inserito il - 30/05/2011 :  08:05:51  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
PERIFERIE - Vivo in una città in cui l'età media è di 58 anni. Ti apostrofano "ciò, mulo" anche a cinquanta. Trieste, credo per retaggio non italiano, almeno non si lifta e non si tinge. Molta acqua & sapone. Ma certo nessuno è vecchio. Oppure lo sono tutti: "ciò, vecio" lo si dice quasi quanto "ciò, mulo".
Torna all'inizio della Pagina

boboross
c.s. infuocato


397 Messaggi

Inserito il - 06/06/2011 :  21:59:30  Mostra Profilo  Rispondi Quotando
welcome home!
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 28  Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente
 Nuova Discussione  Rispondi
Vai a:
© Torna all'inizio della Pagina
Generated in 0.05 sec. Tradotto Da: Vincenzo Daniele & Luciano Boccellino- www.targatona.it Distribuito Da: Massimo Farieri - www.superdeejay.net Powered By: Snitz Forums 2000 Version 3.4.03